Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Via libera allo scavo di canal San Domenico

Entro 60 giorni l’inizio dei lavori per risolvere il problema dell’entrata e dell’uscita dei pescherecci 

CHIOGGIA. Via allo scavo di canal San Domenico. Ieri a Venezia il sindaco Alessandro Ferro e l’assessore alla pesca Patrizia Trapella hanno incontrato il provveditore alle opere pubbliche del Triveneto (ex magistrato alle acque) Roberto Linetti per concertare i lavori di scavo del canale che permetteranno di risolvere i problemi di entrata e uscita dei pescherecci. L’intervento sarà possibile grazie a un finanziamento regionale ottenuto rispondendo a un bando Flag che metteva a disposizione ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CHIOGGIA. Via allo scavo di canal San Domenico. Ieri a Venezia il sindaco Alessandro Ferro e l’assessore alla pesca Patrizia Trapella hanno incontrato il provveditore alle opere pubbliche del Triveneto (ex magistrato alle acque) Roberto Linetti per concertare i lavori di scavo del canale che permetteranno di risolvere i problemi di entrata e uscita dei pescherecci. L’intervento sarà possibile grazie a un finanziamento regionale ottenuto rispondendo a un bando Flag che metteva a disposizione fondi per interventi a sostegno del comparto ittico. Pochi giorni fa è arrivata la comunicazione della Regione sull’ammissibilità del contributo richiesto dal comune di Chioggia il 9 ottobre 2017 con il progetto “Interventi di lavoro e scavo e di riposizionamento delle briccole di ancoraggio su canale San Domenico”. L’importo richiesto era di 135.000 euro, quello ammesso a contributo di 108.000.

«È stata per noi una notizia molto importante», spiega l’assessore Trapella, «da almeno 20 anni non si procedeva con lo scavo dei canali interni che si sono progressivamente insabbiati creando grossi problemi ai pescherecci, costretti a manovre tortuose. Appena avuta comunicazione del finanziamento abbiamo preso contatti col provveditore per concertare l’intervento».

All’incontro hanno preso parte anche i dirigenti ai lavori pubblici, Stefano Penzo, e alla pesca, Paolo Ardizzon, in modo che si potesse entrare anche nel merito tecnico della progettualità che sarà molto veloce. Il bando indica che i lavori devono partire entro 60 giorni dalla comunicazione dell’ammissibilità del finanziamento, arrivata pochi giorni fa. «Anche in questa occasione», spiega l’assessore, «abbiamo trovato la massima disponibilità nel provveditore con cui abbiamo già siglato un protocollo d’intesa nell’estate scorsa per i lavori nelle briccole. La stessa presenza del sindaco stava a significare quanto il comparto della pesca sia fondamentale per l’economia della città e quanto questi interventi siano attesi per mettere i nostri operatori nelle condizioni di lavorare al meglio». La flotta peschereccia di Chioggia, tra le prime tre in Italia per numeri e importanza, ha la necessità di entrare e uscire in modo agevole e di attraccare lungo San Domenico in sicurezza per scaricare il prodotto al mercato ittico all’ingrosso. Le manovre allungano i tempi di movimento e espongono a rischio di incidenti. «Lo scavo del canale», sostiene la Trapella, «risolverà questa criticità che purtroppo si trascina da tempo». (e.b.a.)