Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Fece resistenza a un controllo oggi il processo

CAMPOLONGO. Si terrà oggi al Tribunale di Venezia l’udienza in cui dovrà comparire Martino Veggo, di 37 anni, di Bojon accusato da sei carabinieri, assistiti dall’avvocato Alessandro Menegazzo di...

CAMPOLONGO. Si terrà oggi al Tribunale di Venezia l’udienza in cui dovrà comparire Martino Veggo, di 37 anni, di Bojon accusato da sei carabinieri, assistiti dall’avvocato Alessandro Menegazzo di aggressione, minacce violazione di domicilio, danneggiamenti, lesioni personali. I fatti risalgono all’autunno del 2014 durante un controllo lungo la provinciale 14 a Campagna Lupia. Al giovane era stato chiesto di fermarsi. L’allora 33 enne di Bojon non si era fermato all’alt perché era senza pate ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CAMPOLONGO. Si terrà oggi al Tribunale di Venezia l’udienza in cui dovrà comparire Martino Veggo, di 37 anni, di Bojon accusato da sei carabinieri, assistiti dall’avvocato Alessandro Menegazzo di aggressione, minacce violazione di domicilio, danneggiamenti, lesioni personali. I fatti risalgono all’autunno del 2014 durante un controllo lungo la provinciale 14 a Campagna Lupia. Al giovane era stato chiesto di fermarsi. L’allora 33 enne di Bojon non si era fermato all’alt perché era senza patente: gli era stata appena revocata.

A quel punto i carabinieri lo hanno inseguito. Veggo ha finito la sua corsa davanti a casa sua, in via Villa a Bojon. I carabinieri lo hanno fermato sul cancello dell’abitazione in cui viveva con i genitori. Ne è nato così un parapiglia fra i militari che volevano identificarlo e i suoi familiari. A cercare di evitare il fermo di Martino, infatti, erano intervenuti il padre e il marito della sorella. Veggo, davanti al cancello di casa, riuscì a entrare nell’abitazione è venne alle mani con i carabinieri, appoggiato dai suoi tre familiari. Lo stesso Veggo difeso dall’avvocato Pascale De Falco ha accusato il carabinieri di aggressione e lesioni ma il gip nei giorni scorsi ha disposto l’archiviazione di queste accuse. (a.ab.)