Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Allarme furti in stazione

Portogruaro. Ogni settimana spariscono due bici. La Polfer chiede telecamere

PORTOGRUARO. Furti, degrado, sporcizia in stazione ferroviaria. In via Arma di Cavalleria le rastrelliere sono piene di biciclette in disuso da anni, che non vengono spostate. Manca una telecamera fissa fuori dal perimetro del binario 1: almeno due furti di biciclette avvengono in media durante la settimana. Lo riferisce la Polizia ferroviaria che ha sede proprio nei locali della stazione. I ladri di biciclette non sono mai passati di moda. La Polfer sembra avere le mani legate. Ogni settima ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

PORTOGRUARO. Furti, degrado, sporcizia in stazione ferroviaria. In via Arma di Cavalleria le rastrelliere sono piene di biciclette in disuso da anni, che non vengono spostate. Manca una telecamera fissa fuori dal perimetro del binario 1: almeno due furti di biciclette avvengono in media durante la settimana. Lo riferisce la Polizia ferroviaria che ha sede proprio nei locali della stazione. I ladri di biciclette non sono mai passati di moda. La Polfer sembra avere le mani legate. Ogni settimana vengono segnalati in media almeno due furti di biciclette. Appartengono ai lavoratori pendolari e agli studenti, e sono sistemati sulle rastrelliere che si trovano di fronte ai parcheggi temporanei e giornalieri. Assicurare i mezzi a due ruote con i lucchetti potrebbe non essere sufficiente. Spesso le bici vengono rubate per furto d’uso. Cioè vengono rubate dai ladri solo per brevi spostamenti, e poi abbandonate sul luogo della loro destinazione. Non solo. Le rastrelliere di via Arma di Cavalleria sono teatro anche di degrado. Almeno una decina di bici presentano il telaio arrugginito, con rischi che si possono immaginare; prive di ruote, selle o altri accessori. È di fine gennaio un grave episodio di violenza. Due agenti della Polfer, all’atto di una richiesta di documenti, vennero raggiunti da calci e pugni scagliati dal soggetto appena fermato, domiciliato ad Annone Veneto. A seguito di quell’evento un agente ancora non è rientrato in servizio.

A causa delle numerose incursioni notturne la sala d’attesa chiude alle 23.45, per riaprire dopo le 3. La Polfer chiede l’installazione di una telecamera su via Arma di Cavalleria, in modo tale da inquadrare i possibili ladri delle bici. La collaborazione con la Polizia locale è già ai massimi livelli, così come con le altre forze dell’ordine. La vigilanza nella zona è garantita nelle ore notturne dai carabinieri.

©RIPRODUZIONE RISERVATA