Ramo sull’asfalto manda in frantumi la vetrata del bus

Secondo incidente alla linea 80 (Chioggia-Venezia) in 24 ore Autista lievemente ferito dalle schegge. Illesi i passeggeri

CHIOGGIA. Linea 80 senza pace. Dopo l’incendio che mercoledì ha distrutto poco prima dell’alba un autobus in viale Mediterraneo, stavolta è toccato ad un altro mezzo della stessa tratta, che da Chioggia porta a Venezia, finire con il vetro in frantumi in Romea. L’incidente è avvenuto ad un chilometro circa dall’incrocio che porta a Lova, quindi a metà statale circa, ed ha visto coinvolto un pullman sempre di Actv poco prima delle 4 del mattino, orario nel quale normalmente vengono trasportati verso Mestre e Venezia i turnisti delle fabbriche ed i lavoratori della stessa azienda di trasporti. Complice il forte vento e la pioggia che a quell’ora era piuttosto insistente, l’autista non si è accorto che in mezzo alla carreggiata si trovava un grosso ramo staccatosi probabilmente da uno degli alberi che costeggiano la laguna, a causa della bora. L’autista non è riuscito a schivarlo ed il ramo, colpito in pieno, è finito addosso al parabrezza dell’autobus mandandolo in frantumi ma, per fortuna, i pezzi di vetro non si sono staccati anche se qualche scheggia è finita addosso all’autista che è rimasto leggermente ferito. Autista che ha avuto il sangue freddo di non perdere il controllo del bus, di rallentare, di tenerlo in carreggiata per condurlo fino alla prima area di sosta utile (la piazzola di un distributore) per far scendere gli utenti in attesa di un nuovo bus, mentre l’autista si è fatto medicare al Pronto Soccorso ma ha riportato per fortuna solo qualche graffio.



Incolumi i passeggeri, anche se molto spaventati dal botto causato dall’impatto del bus con il ramo, che ha provocato danni anche ad altre vetture private che non sono riuscite a schivarlo a causa della visibilità limitata. Insomma, due incidenti in due giorni per una tratta che dovrebbe passare sotto il controllo privato dopo l’estate, visto che l’ente subentrante ad Actv ancora non ha firmato il contratto di servizio. Nel frattempo, però, non si è ancora spenta l’eco dell’incendio che mercoledì mattina ha completamente distrutto in pochi minuti un autobus sempre della linea 80 con una cinquantina di passeggeri che, per fortuna, erano scesi dal mezzi prima che si propagassero le fiamme.

L’autista, Franco Padoan di Chioggia, dopo aver messo in sicurezza gli utenti, ha cercato di spegnere il fuoco con l’estintore di servizio a bordo che però ha una durata di pochi secondi e serve davvero a poco quando le fiamme sono così alte. Il fuoco si è sprigionato dal vano motore, incidente non proprio così raro, per cause ancora in via di accertamento nonostante il pullman tutto sommato non fosse così vetusto.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

In cerca di padrone: 4000 beagle americani sono stati salvati dai maltrattamenti di un allevamento

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi