Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Si sente male in ufficio, muore a 24 anni

Dolo. Elisa Barina stava lavorando nella sede del Caf. I soccorsi sono arrivati subito, ma non c’è stato nulla da fare

DOLO. Si sente male mentre è al lavoro e muore al suo arrivo in ospedale. Questa la tragica fine di Elisa Barina, residente a Dolo in via Raffaello Sanzio. La giovane, martedì scorso, stava lavorando come impiegata in un ufficio del Caf a Fossò, quando improvvisamente si è sentita male e ha accusato un malore. I colleghi di lavoro, visto che la giovane stava sempre peggio, hanno subito allertato i soccorsi.

Sul posto, in pochissimo tempo, è arrivata un’ambulanza dall’ospedale di Dolo con il ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

DOLO. Si sente male mentre è al lavoro e muore al suo arrivo in ospedale. Questa la tragica fine di Elisa Barina, residente a Dolo in via Raffaello Sanzio. La giovane, martedì scorso, stava lavorando come impiegata in un ufficio del Caf a Fossò, quando improvvisamente si è sentita male e ha accusato un malore. I colleghi di lavoro, visto che la giovane stava sempre peggio, hanno subito allertato i soccorsi.

Sul posto, in pochissimo tempo, è arrivata un’ambulanza dall’ospedale di Dolo con il personale medico che ha subito prestato soccorso alla giovane colpita dal malore. È stato subito fatto un massaggio cardiaco per cercare di rianimarla visto che la giovane aveva perso conoscenza in poco tempo. A quel punto i soccorsi sanitari, arrivati con l’ambulanza, sono andati immediatamente all’ospedale di Dolo. I medici hanno tentato in tutti i modi di rianimare la giovane ma, purtroppo per lei, non c’è stato più nulla da fare e ai medici non è rimasto più nulla da fare che constatare il decesso.

La notizia della morte di Elisa Barina ha scosso l’intero centro di Dolo dove era residente. La famiglia Barina, che abita in via Raffaelo Sanzio al civico 26 a Dolo, è molto conosciuta. Sconvolto dal dolore il papà Paolo: «Mia figlia», dice il papà, «era sanissima. Soffriva da tempo di un po’ d’asma ma nulla di grave. L’autorità giudiziaria ha disposto l’autopsia e ci ha spiegato che si è trattato di un arresto cardiaco. Aspettiamo il responso dell’autopsia per capire ciò che è accaduto: Elisa era felicissima del suo lavoro e della sua vita».

Sconvolta anche la zia, che abita nella stesso edificio. Il papà lavoratore nel campo dell’edilizia era molto conosciuto a Dolo. Elisa frequentava una palestra di Dolo per tenersi in forma, ma non praticava attività a livello agonistico. Della vicenda è stata informata anche l’amministrazione comunale di Dolo e subito ieri il vicesindaco Gianluigi Naletto si è attivato per portare il cordoglio del Comune alla famiglia colpita dal terribile lutto.

La giovane Elisa Barina aveva frequentato l’istituto tecnico commerciale Maria Lazzari e poi aveva trovato lavoro in un ufficio che si occupa di disbrigo di pratiche fiscali e burocratiche in centro a Fossò. «Tutta la comunità cristiana», spiega il parroco di Dolo, «è colpita in modo profondo dalla morte di questa giovane siamo vicini alla famiglia». Elisa Barina lascia la mamma Flavia il papà Paolo, la sorella Irene, il fidanzato Andrea. I funerali di Elisa si terranno domani nella chiesa di San Rocco alle 10. 50.

©RIPRODUZIONE RISERVATA