Venezia, volo dell'angelo per soli ventimila

Per la prima volta ingressi contingentati in Piazza San Marco. Controlli iniziati di mattina presto 

Venezia, carnevale 2018: il volo dell'angelo di Elisa Costantini

VENEZIA. Spettacolare, baciato dal sole e con un messaggio di speranza e di pace: in 20mila questa mattina hanno seguito con il naso all'insù il Volo dell'Angelo in piazza San Marco, a Venezia.

Elisa Costantini, 19 anni, Maria dell'anno 2017, poco dopo le 11 è volata giù dal campanile verso una piazza San Marco affollata ma ordinata come è stato deciso di fare, per la prima volta, contingentando gli ingressi, che lo scorso anno erano stati esattamente del doppio.

Nessun incidente ha accompagnato l'evento che segna il debutto del Carnevale in laguna. Sulle note musicali dell'Ave Maria di Schubert, cantata da Luciano Pavarotti e Dolores ÒRiordan, anima del gruppo dei The Cranberries scomparsa il 15 gennaio scorso, Elisa è scesa emozionatissima ma per niente intimorita indossando un abito disegnato dallo stilista Stefano Nicolao.

Ha simboleggiato un angelo del purgatorio, angelo della speranza colorato di rosso e blu, colori che simboleggiano i colori del cambiamento.

«Un auspicio per cambiare la rotta della violenza e di questi brutti tempi che viviamo di andare verso la pace» ha detto Nicolao. Accolta dal Doge e dalle 12 Marie del Carnevale Elisa, accompagnata sul campanile prima del lancio dal papà e attesa giù dal resto della famiglia, non ha nascosto la grande emozione. «Pensavo che da lassù si vedesse meno gente, invece ne ho vista tantissima. Impossibile descrivere quello che si prova mentre scendi. Un'esperienza unica - ha concluso - irripetibile, gratificante».

Video del giorno

Schiavi di Booking? Federalberghi Veneto e il difficile rapporto con le agenzie online

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi