In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Il tema del gioco inonda la città

Presentato ieri il calendario di eventi diffusi in città che si esaurisce il 18 febbraio

2 minuti di lettura

«Giocare, bighellonare e ammirare la bellezza della città». Ieri mattina al Telecom Future Center è stato presentato il calendario degli eventi del Carnevale a cura di Stefano Karadjov che si concluderà il 18 febbraio. Il tema scelto è il gioco che animerà i moltissimi palazzi veneziani che si apriranno per l’occasione al pubblico. Tra le novità il laboratorio di fabbricazione digitale Fablab che costruirà con i bambini delle macchine 3D, la partecipazione del Consolato Svizzero con una mostra curata da Carlo Montanaro sull’arte grafica di Igor Imhoff e l’ingresso dell’Alliance Francaise con uno spettacolo teatrale di Antonella Barina, ma l’elenco non ha fine ed è rivolto a grandi e piccini, appassionati di tutte le arti.

Costi. Il programma è costato circa 150 mila euro, 50 per le compagnie e 100 per la parte tecnica. «In programma una cinquantina di eventi che offrono al visitatore la possibilità di girare per la città» hanno detto l’assessora Paola Mar con Karadjov, l’art director Marco Maccapani e Piero Rosasalva di Vela «Un grande risultato raggiunto grazie a molte realtà delle quali dobbiamo essere orgogliosi perché, pur con scarsissime risorse e senza alcun ritorno economico, continuano ogni giorno a fare un lavoro prezioso per la città».

Teatro. Moltissimi gli spettacoli di teatro, a partire dal Teatro La Fenice propone per la regia di Damiano Michieletto un classico intramontabile, La vedova allegra e, in occasione dei 150 anni dalla morte di Gioacchino Rossini Il barbiere di Siviglia. regia di Bepi Morassi e direzione musicale Stefano Montanari. Il Teatro Goldoni presenta a Palazzo Grimani lo spettacolo itinerante La venexiana di Bepi Emiliani. Al Teatro Toniolo invece va in scena il monologo Sotto il vestito Vernia del comico Giovanni Vernia. A Palazzo Mocenigo Alessandro Bressanello e Bruno Spolaore faranno rivivere ai partecipanti le atmosfere del gioco d’azzardo del Settecento con Il giocatore di Biribissi, alternandosi alle maschere della commedia dell’arte fatte rivbivere da Michela Mocchiutti e altri attori. A Mestre al Centro Candiani è in programma Omero-Odissea di e con Antonio Panzuto e al Teatro Momo Una storia al tempo di jazz.

Bambini. Dai laboratori su Marino Marini e sugli scacchi alla Peggy Guggenheim Collection agli spettacoli di burattini al Museo Goldoni, passando per le narrazioni bilingue e i mascheramenti della Fondazione Querini. I piccoli non avranno che l’imbarazzo della scelta, tenendo presente che sabato inizia anche la Biennale dei Ragazzi con laboratori tutto il giorno ogni giorno. Da non dimenticare le storie sul vento, ispirate alla casa delle girandole, all’Ateneo Veneto.

Mostre. Inaugura sabato 3 all’Archivio di Stato la mostra sull’ingeno, la fortuna e l’agilità. I Musei Civici propongono percorsi speciali a Palazzo Ducale, Museo Ca’ Rezzonico, Museo del Vetro (riti delle perlere e delle impiraresse) e Palazzo Mocenigo. Alla Fabbrica del vedere sono esposti rarità minimali che incanteranno il visitatore.

Musica. Dal ritratto di Chopin a Palazzo Labia a Palazzetto Bru Zane che ospita due operette di Lola Kirchner, passando per il Cabaret Satie a Palazzo Zenobio per la regia di Adriano Iurissevich e la direzione musicale di Roberta Reeder.

Prenotazione. Molti dei laboratori sono gratuiti, altri a pagamento a una cifra simbolica. La Peggy Guggenheim Collection offre visite gratuite con acquisto del biglietto. Programma www.carnevale.venezia.it

I commenti dei lettori