Maxiconto in osteria a Venezia, Brugnaro: "Manca la denuncia per truffa"

Un vigile davanti all'Osteria Da Luca

Il sindaco: incontrerò quei ragazzi e dirò loro che devono presentarla

VENEZIA. Nella vicenda del maxi conto pagato da alcuni turisti giapponesi in un ristorante di Venezia «manca la denuncia per truffa».

Lo dice il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro. «Incontrerò questi ragazzi - spiega - e dirò loro che serve la denuncia». Secondo il primo cittadino, «nel silenzio generale - afferma - sembra che tutti, a Venezia, paghino mille euro per quattro bistecche. Bisognerebbe invece raccontare altri lavori: bisogna tirare fuori il nostro orgoglio e raccontare la città per intero».

Nei giorni scorsi era stato detto che i quattro studenti giapponesi avevano presentato un esposto alla Guardia di Finanza per aver pagato 1143 euro per quattro bistecche e una frittura mista. Un caso che ha fatto scalpore in tutta Italia e persino all'estero.

Il Consolato giapponese avvisa i propri connazionali: "A Venezia vi truffano"

A seguito della rivelazione di questo episodio, ispettori dell’Usl e polizia locale hanno eseguito un controllo all’interno dell’Osteria da Luca. Da quanto si è appresi sarebbero state riscontrate alcune irregolarità e sarebbe stata comminata una multa per quasi 20mila euro.

 

Video del giorno

Roma, il 'trasloco' di Mattarella: il presidente visita il nuovo appartamento

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi