Sfilata dei bersaglieri, il tracciato

Il raduno nazionale si terrà il 13 maggio a San Donà e Musile  

SAN DONÀ. A un centinaio di giorni dal grande evento che il prossimo 13 maggio richiamerà sul territorio centomila persone, ecco svelato il percorso della sfilata conclusiva di “Piave 2018”, il 66° Raduno nazionale dei bersaglieri. Per la presentazione, allo Spazio Zenit, il comitato organizzatore ha riunito oltre un centinaio di ospiti, tra amministratori e aziende sostenitrici. “Piave 2018” sarà un raduno unico nel suo genere. Per la prima volta nella storia, infatti, la sfilata conclusiva di un raduno nazionale coinvolgerà due Comuni: San Donà e Musile. Ci sarà, dunque, un doppio passaggio sul Piave. A tenere a battesimo il tracciato sono stati i due sindaci, Andrea Cereser e Silvia Susanna, insieme al presidente del comitato organizzatore Mauro Cattai e al vice governatore Gianluca Forcolin. Il percorso sarà lungo 3. 798 metri. La sfilata, che impegnerà circa ventimila bersaglieri, durerà in tutto alcune ore.

«Un bel percorso di una certa lunghezza. Ma era doveroso farlo per onorare il contributo del Piave e di questo territorio alla storia della nostra Italia», ha spiegato Cattai. La sfilata partirà da San Donà. L’ammassamento dei partecipanti avverrà lungo via Vizzotto fino alla rotonda Pilla, da dove prenderà il via la sfilata lungo via XIII Martiri. Da qui il corteo proseguirà in via Bonifica e raggiungerà piazza Rizzo, dove sarà allestito il Villaggio del Bersagliere. Si proseguirà in via Risorgimento e lungo un breve tratto di via Battisti fino a imboccare via Lungopiave Inferiore. I bersaglieri arriveranno così nel parco fluviale, dove ci sarà una novità assoluta. Il primo attraversamento del Piave, infatti, avverrà passando sopra un ponte militare, che per l’occasione sarà appositamente costruito dal Genio Pontieri di Piacenza. Si tratterà di un ponte mobile motorizzato, i cui singoli pontoni arriveranno con diversi convogli speciali. La sfilata proseguirà poi a Musile. Risalendo dalla strada provinciale Musile-Passarella, si prenderà via XXIV Maggio e la si percorrerà fino a incontrare via Marconi. Si percorrerà questa strada fino a piazza Libertà, poi si proseguirà su via Roma, fino a immettersi sul ponte della Vittoria, teatro del secondo passaggio sul fiume. Da qui si sarà nuovamente in territorio sandonatese per l’ultimo tratto di sfilata, che avverrà lungo corso Trentin e si concluderà in prossimità di piazza Duomo. Non mancherà, come in tutti i raduni dei bersaglieri, il momento in cui i fanti piumati sfileranno con la celebre corsa. Di solito questa avviene davanti al palco delle autorità, al termine del percorso.


Ma “Piave 2018” offrirà agli spettatori una doppia corsa. Oltre a quella conclusiva a San Donà, sarà effettuata una corsa anche a Musile. Altra curiosità, la corsa finale a San Donà, davanti al Duomo, avverrà in curva. La sfilata sarà l’atto conclusivo di un raduno che inizierà ufficialmente già il 7 maggio. Il programma, molto articolato, sarà svelato nel dettaglio a fine aprile.

Giovanni Monforte

Video del giorno

Il supercomputer più veloce del mondo di Meta-Facebook

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi