Aggredita e scaraventata a terra dal vicino

Portogruaro. Violento alterco per dei gattini accuditi in giardino dalla donna. Contusioni alla schiena

PORTOGRUARO. Scaraventata a terra per strada, martedì sera alle 22, dopo un’accesa discussione con un vicino di casa che si lamentava della presenza nel giardino condominiale di alcuni gattini. Una donna di 33 anni residente in via Aldo Moro a Portogruaro, dopo essere stata dimessa dal pronto soccorso in nottata, ha presentato ieri mattina una denuncia al comando dei carabinieri di Portogruaro (che erano già informati dei fatti). I risultati degli esami clinici indicano che la donna è caduta con violenza a terra.

La 33enne dovrà restare a riposo per qualche giorno, avendo rimediato contusioni multiple ai polsi e alla schiena. L’uomo accusato dalla vicina verrà presto convocato alla caserma di via Castion, per chiarire la sua posizione.

Si sono vissuti attimi di tensione, dovuti all’ennesima discussione per motivi di vicinato. Non sarebbe la prima volta infatti che l’uomo alza la voce per lamentarsi. Però nessuno immaginava potesse mai avvenire uno scontro fisico. Il contesto in cui sono avvenuti i fatti è un condominio che una volta ospitava case popolari. Ai carabinieri la donna ha indicato il vicino di casa come il suo aggressore, evidenziando liti continue anche con altri condòmini. Martedì sera la 33enne ha avuto l’ennesima discussione con il vicino, per motivi legati ad alcuni gattini accuditi dalla donna e da altri residenti. La 33enne ha raccontato che al culmine dell’alterco è stata colpita da un sacco carico di immondizie e da alcune sedie da giardino. Poi i due sarebbero venuti alle mani, e a seguito della colluttazione lei è finita a terra. Alla scena hanno assistito alcuni testimoni che hanno avvertito sia il 112 che il Suem 118. La 33enne è stata soccorsa da alcuni passanti, richiamati dalle grida di aiuto. È stata trasferita al Pronto soccorso di Portogruaro, per essere sottoposta agli accertamenti del caso. Le radiografie hanno evidenziato forti contusioni agli arti superiori e alla schiena. Nell’attesa delle cure la 33enne ha fotografato un piccolo manifesto che si trova al pronto soccorso e che conteneva un messaggio rivolto alle donne, cioè un invito a denunciare le violenze subite. Ha condiviso l’istantanea sul suo profilo facebook. «Mi ribello a quanto ho subìto martedì sera», ha riferito ieri pomeriggio la 33enne, «invito tutte coloro che subiscono violenza a rivolgersi al proprio legale e alle forze dell’ordine, come ho fatto io. C’è chi ci può aiutare. Abbiate coraggio e denunciate quanto subite». (r.p.)

Video del giorno

Metro Roma, il vigilante contro la rom "Te vojo fa spari"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi