Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Furti di reti e motore forse una “faida” tra pescatori locali

CONCORDIA. Furti di reti da pesca, indagano le forze dell’ordine a Cavanella, frazione di Concordia Sagittaria. L’episodio è accaduto nel fine settimana e fa il paio con un precedente di cui nessuno...

CONCORDIA. Furti di reti da pesca, indagano le forze dell’ordine a Cavanella, frazione di Concordia Sagittaria. L’episodio è accaduto nel fine settimana e fa il paio con un precedente di cui nessuno era a conoscenza fino a ieri, ovvero un furto di motore da una barca ormeggiata nelle cavane delle valli concordiesi, a ridosso della laguna di Caorle, già teatro in passato di furti rocamboleschi. Il proprietario delle reti si è lasciato andare a un lungo sfogo, in cui ha ufficializzato una not ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CONCORDIA. Furti di reti da pesca, indagano le forze dell’ordine a Cavanella, frazione di Concordia Sagittaria. L’episodio è accaduto nel fine settimana e fa il paio con un precedente di cui nessuno era a conoscenza fino a ieri, ovvero un furto di motore da una barca ormeggiata nelle cavane delle valli concordiesi, a ridosso della laguna di Caorle, già teatro in passato di furti rocamboleschi. Il proprietario delle reti si è lasciato andare a un lungo sfogo, in cui ha ufficializzato una notizia prima ancora che arrivasse alle orecchie degli uomini delle forze dell’ordine.

Il proprietario, un giovane di Cavanella, custodiva le reti da pesca all’interno del proprio giardino. L’ultimo dell’anno si è svegliato di buon mattino, e ha verificato che le reti erano purtroppo per lui sparite. Non restava altro da fare che segnalare il tutto alle forze dell’ordine. I carabinieri e la polizia, in particolare, temono che questo episodio si configuri in una piccola “faida” tra pescatori locali. Infatti un mese fa da una piccola imbarcazione ormeggiata sulle cavane tra Sindacale e Villaviera di Caorle, è sparito un motore. Un episodio forse ancora più oscuro, sul quale si sta indagando da alcune settimane. (r.p.)