Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Art Bonus per restaurare le tele di Lancerotto

Il Comune lancia il credito d’imposta, urgenti i lavori a una decina di quadri e sette cornici

NOALE. Per restaurare i lavori di Egisto Lancerotto, il Comune di Noale lancia l’Art Bonus, un’agevolazione fiscale creata dal Ministero dei Beni, delle attività culturali e del turismo. Si tratta di una delle iniziative legate ai cent’anni dalla morte del pittore veneto, avvenuta nel 1916 e originario di Noale dove ha lasciato in eredità la sua ricca produzione artistica. L’Art Bonus consente a ogni cittadino di versare una cifra nei limiti del 15% del suo reddito imponibile che determiner ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

NOALE. Per restaurare i lavori di Egisto Lancerotto, il Comune di Noale lancia l’Art Bonus, un’agevolazione fiscale creata dal Ministero dei Beni, delle attività culturali e del turismo. Si tratta di una delle iniziative legate ai cent’anni dalla morte del pittore veneto, avvenuta nel 1916 e originario di Noale dove ha lasciato in eredità la sua ricca produzione artistica. L’Art Bonus consente a ogni cittadino di versare una cifra nei limiti del 15% del suo reddito imponibile che determinerà, nel triennio successivo, un credito d’imposta pari al 65% di quanto versato. Ne possono beneficiare le persone fisiche che abbiano fatto erogazioni libere con pagamenti tracciati. Lo stesso trattamento è previsto anche per i soggetti titolari di reddito d’impresa, nei limiti del 5% dei ricavi annui. L’obiettivo è restaurare una decina di opere e sette cornici di Lancerotto, lavori che servono a sistemare la pittura, la tela e ridare vigore ai quadri. L’Art Bonus «permette di sostenere la tutela di opere artistiche» spiega l’assessora noalese alla Cultura Lidia Mazzetto «e, quindi ci rivolgiamo quindi a tutti coloro che hanno a cuore il patrimonio di Noale, specie ai titolari di attività economiche, ma non solo, che valutino la possibilità di dare il proprio contributo. Lancerotto deve essere apprezzato al pari degli altri grandi artisti della scuola veneta a lui contemporanei». Per informazioni: ufficio Cultura, 041.5897268/275 oppure www. comune. noale. ve. it e www. artbonus. gov. it. (a.rag.)