Un altro guasto al ferry decine di pendolari a terra

Il “Pellestrina” ancora in avaria: servizio di trasporto bloccato, proteste e disagi La Municipalità: «I residenti sono stanchi, serve una soluzione tempestiva»

PELLESTRINA. Ennesima avaria per il ferry boat di linea 11 che collega Santa Maria del Mare agli Alberoni. Ieri alle 7.45 la motozattera “Pellestrina” è andata infatti fuori uso, lasciando a terra decine di pendolari, studenti e persone che dovevano comunque raggiungere il Lido e Venezia, anche per recarsi all’Ospedale Civile per sottoporsi a qualche visita o per far visita ai parenti ricoverati. Un guasto che ha causato il blocco del servizio, con gli autobus di linea 11 rimasti bloccati a Pellestrina, tra inevitabili disagi e proteste.

Actv è stata costretta a dirottare prima il Marco Polo, quindi l’Ammiana che ne ha preso il posto, dal terminal di San Nicolò al Lido fino ad Alberoni e Santa Maria del Mare. Cinque le corse che sono saltate tra le due isole fino alle 9.30 circa, prima che il Marco Polo riuscisse a risolvere in parte la situazione, forte anche delle sue maggiori dimensioni e delle rampe laterali per aumentare il numero di auto da imbarcare. Quanto accaduto ieri ripropone il tema del piano di emergenza, discusso in numerose occasioni, ma che pare al momento lasciare ancora troppe incomprensioni e soprattutto non risolvere le emergenze in pochi minuti, quando queste si verificano.

«Lo diciamo da anni», osserva Danny Carella, presidente della Municipalità delle due isole, «quel piano va ripreso, discusso e applicato una volta per tutte. Poco importa se le avarie si verificano una o due volte l’anno, qui si deve dare la garanzia alla gente di muoversi, non fosse altro perché questa vive su due isole, e i servizi non possono interrompersi in questo modo. Chiederemo un incontro all’assessore ai Trasporti e che si passi alle vie di fatto».

Negli anni scorsi Comune e Actv hanno fatto un notevole investimento sui nuovi pontoni per gli approdi, simili a quelli usati per la linea 17 tra Lido e Tronchetto. Ma la Municipalità e i residenti chiedono che tra Santa Maria del Mare e Alberoni stazioni invece un mezzo di emergenza, pronto a entrare in linea in pochi minuti qualora si verifichi un’avaria. «I ferry boat partiti dal Lido ne hanno impiegato di tempo ad arrivare», rincara Danny Carella. «I nostri concittadini sono stufi, e non ho contato le tantissime telefonate di protesta ricevute nei nostri uffici. Urge una soluzione, ma purtroppo finora non è stato compreso il problema che i residenti affrontano».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Le prove del Rigoletto alla Fenice, in scena dal 29 settembre

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi