Campagna di Save Venice un milione per i restauri

Nuova iniziativa a favore della città promossa dal comitato americano  Dal Ducale a Ca’ Rezzonico, dalla Salute alla chiesa di San Sebastiano

In arrivo oltre un milione di euro per il finanziamento di nuovi restauri a Venezia. A annunciarlo è Save Venice, il comitato privato di salvaguardia statunitense che è il più attivo tra le molte e benemerite associazioni internazionali che sostengono da anni Venezia e il suo patrimonio.

Risorse raccolte attraverso la campagna di raccolta fondi lanciata anche quest’anno da Save Venice attraverso i suoi sostenitori privati di oltreoceano e che consentirà quindi il lancio di una nuova campagna di restauri che riguarderà numerose chiese e musei cittadini.

Nel programma di interventi sul patrimonio veneziano saranno inclusi infatti - come rende noto Save Venice - Palazzo Ducale, il museo del Settecento di Ca’ Rezzonico, la Galleria di Palazzo Cini, l’Archivio di Stato, l’Ateneo Veneto, la Basilica dei Frari e quella della Salute, la chiesa di San Zaccaria e quella di San Sebastiano. Save Venice assicurerò inoltre il proprio apporto per le mostre organizzate dalle Gallerie dell’Accademia e dalla Scuola Grande di San Marco. Save Venice ha portato i suoi finanziatori anche a Venezia per il Gran Gala in programma dal 25 al 28 giugno. Sono numerosi i restauri di Save Venice in corso in città, a cominciare da quello del ciclo delle Storie di Sant'Orsola di Carpaccio alle Gallerie dell'Accademia.

Al via anche il restauro della monumentale pala d'altare di Jacopo Tintoretto raffigurante “San Marziale in gloria e Santi Pietro e Paolo” (1549) dall'omonima chiesa di Cannaregio. Prosegue inoltre l'intervento sulla chiesa di San Sebastiano - il tempio dedicato alla grande pittura di Paolo Veronese - che Save Venice ha di fatto “adottato”, con il restauro sistematico dei suoi dipinti.

Tra gli ultimi restauri quello che riguarda l'organo della chiesa e i dipinti con cui il grande artista rinascimentale lo decorò e delle lunette. Un'impresa quasi ciclopica quella del comitato a San Sebastiano, ma che si sta avvicinando ormai alla sua conclusione. Due vere da pozzo saranno restaurate presto sempre da Save Venice, quella di Corte seconda del Milion (a Cannaregio) e di Corte Perina (a Castello).

Save Venice finanzia anche il restauro di un Cristo quattrocentesco “parlante” in croce riemerso dalla chiesa di San Francesco della Vigna. Una magnifica scultura lignea, la cui straordinarietà della scoperta sta appunto anche nel fatto che “Corpus Christi” - questo il nome della scultura - “parlava”. La sua caratteristica sorprendente sta nella presenza di una lingua scolpita e dotata di un meccanismo interno che la rendeva all'occasione semovente. Si inaugurerà inoltre tra pochi giorni il restauro della Pala Pesaro di Tiziano, sempre finanziato dal Comitato americano.

La televisione statunitense Cnn ha recentemente girato un programma sui restauri in corso a Venezia e condotti ance da Save Venice, focalizzando in particolare la propria attenzione su quelli del ciclo di dipinti di Paolo Veronese nella chiesa di San Sebastiano, avendo come testimonial il grande attore britannico Jeremy Irons.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La schiscetta. Verdure d'autunno per la pausa pranzo: coste e spinaci con formaggio e pinoli

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi