Venezia, fa bagno in Canal Grande: ripescato dalla polizia

L'ennesima follia di quest'estate, alle 14.30 di martedì tra piazzale Roma e la Ferrovia

Venezia, si tuffa in canale e cerca di scappare alla polizia

VENEZIA. Un (pericolosissimo) bagno in Canal Grande, tra il via vai di battelli e imbarcazioni di tutti i tipi, nello specchio d'acqua tra piazzale Roma e la Ferrovia.

 È la follia andata in scena  poco dopo le 14.35 di martedì, testimoniata dal video cone immortala l'uomo  mentre nuota a grandi bracciate incurante di tutto, mentre un vaporino suona la sirena d'allarme.

Dopo qualche minuto, è intervenuta una volante della polizia (il bagno è avvenuto praticamente sotto le finestre della Questura di Santa Chiara): gli agenti hanno raccolto il "bagnante" anche con l'aiuto di un mezzo marinaio, ma l'uomo ha opposto resistenza, fino a quando i poliziotti (con non poca fatica) sono riusciti a issarlo a bordo, portandolo in Questura per l'indentificazione.

Secondo il nuovo Regolamento di polizia urbana, un bagno non autorizzato nei canali di Venezia, "costa" 450 euro di sanzione. Sempre che non vengano rilevate imputazioni di carattere penale, come la resistenza o la messa in pericolo della sicurezza della navigazione.

 

Video del giorno

Trieste, la polizia sgombera 300 manifestanti no Green Pass

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi