Fossalta di Piave, muore a 36 anni per un malore improvviso

Stivens Finotto era appena tornato a casa dopo aver fatto la spesa. Abitava insieme ai genitori

FOSSALTA DI PIAVE. Si sente male a casa, ricoverato in ospedale a San Donà muore poco ore più tardi 36enne di Fossalta di Piave. Stivens Finotto, residente con i genitori, papà Luciano e mamma Maristella, in via Kennedy 45, poco distante dal centro del paese, è spirato la notte di sabato per cause da accertare e che solo l’eventuale autopsia potrà chiarire su decisione dei sanitari e della famiglia.

Era andato a fare la spesa in un supermercato sabato pomeriggio, quando poi si è sentito male. Ha accusato un forte mal di testa unito a uno stato confusionale. Aveva anche difficoltà nel parlare e così i genitori si sono preoccupati. È dunque comparsa una febbre molto alta, quasi subito dopo il malore, e così i parenti hanno chiamato l’ospedale e il 118. Il 36enne è stato trasportato all’ospedale di San Donà e ricoverato, dopo tutte le visite al pronto soccorso, nel reparto di rianimazione. Le condizioni si sono aggravate con il passare delle ore. Durante la notte le condizioni sono ulteriormente peggiorate fino a quando il suo cuore ha cessato di battere. È spirato alcune ore più tardi, ma ancora i medici non sanno spiegarsi cosa possa essergli accaduto.


Non hanno potuto fare altro che avvertire i genitori del decesso in attesa di elementi più certi per definire le cause del decesso. Una famiglia sofferente, che già aveva perso un figlio per una grave malattia diversi anni fa. Stivens viveva con papà e mamma in via Kennedy, lui che era molto legato alla famiglia, e aiutava i genitori nelle faccende domestiche. Spesso girava in bicicletta con il papà Luciano che per anni ha lavorato nel settore della raccolta e lavorazione del ferro.

Ieri pomeriggio le onoranze funebri “Stefanon Brollo” hanno incontrato i familiari e assieme decideranno la data dei funerali, quando arriverà il nullaosta per la celebrazione delle esequie nella parrocchiale di Fossalta di Piave. La morte di Stivens è stata un duro colpo per la comunità di Fossalta, dove la famiglia è molto conosciuta, seppure riservata. Anche sui social è subito circolata la notizia della morte di Stivens che, come la sua famiglia, conduceva una vita piuttosto appartata e non frequentava molto i coetanei di Fossalta.
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Atletica, lite tra Tamberi e Fassinotti: niente stretta di mano e qualche parola di troppo

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi