Moldava 18enne fa razzia di profumi da Coin e prende a morsi commesso e vigilante

Centro Le Barche

Mestre. La giovane è stata denunciata e arrestata dalla polizia

MESTRE. Ruba profumi per oltre mille euro da Coin al Centro Le Barche, scoperta, aggredisce il vigilantes e morde il commesso.

Momenti concitati alle 17,15 di venerdì al centro commerciale “Le Barche” di Mestre, dove una giovane moldava, 18enne, dopo aver fatto razzia di profumi per un valore di oltre mille euro nel reparto profumeria del negozio “Coin”, ha aggredito con pugni, calci, morsi e sberle il personale dello stesso negozio e quello di vigilanza che l’avevano scoperta e fermata.

Ci sono voluti due equipaggi di volante e polizia per riportare la situazione alla normalità e calmare la furia della giovane ladra che, a più riprese, si è scagliata violentemente contro il personale “Coin” e l’addetto alla vigilanza, i quali, dopo aver scoperto l’azione furtiva della ragazza, l’avevano fermata sia per impedirne la fuga che per recuperarne la refurtiva.

La ladra aveva ingaggiato una prima colluttazione nel tentativo di fuggire con il maltolto,prendendo a morsi il braccio del dipendente Coin che si era frapposto tra lei e la porta di uscita del negozio. Pugni al viso, al collo e al torace e calci alle gambe.

Lo stesso trattamento la ladra l’ha riservato anche all’addetto alla vigilanza, venuto in soccorso del dipendente, venendo fatto oggetto anch’egli di pugni calci, sberle e di un morso alla mano. Ripristinata la normalità e calmata la ladra, i poliziotti delle volanti hanno verificato l’episodio accertando effettivamente che la 18enne, nella sua borsa celava ben 13 confezioni di profumo da uomo, ancora intatte, di note griffe, corrispondenti ad un valore complessivo 1.188,60 euro.

La giovane è stata arrestata, processata per direttissima questa mattina e condannata a un anno e sei mesi di reclusione

Video del giorno

Un capriolo tra gli ombrelloni a Bibione, ecco il video

Frittata con farina di ceci e zucchine

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi