Scatta la Ztl contro i camion: in via Dante sud c’è la telecamera

Mirano. Traffico precluso nell’area nord, nelle vie Vittoria, Miranese, Villafranca e Parauro.  Nelle zone dove mancano gli occhi elettronici ci saranno i vigili a sorvegliare.

MIRANO. Pre-esercizio agli sgoccioli, ad agosto scatta la “Z-Tir-L” , la zona a traffico limitato per i Tir in tutta l’area nord di Mirano: stop ai mezzi pesanti in via Dante, via Vittoria (dal Ponte Nuovo alla Miranese), via Miranese (dal semaforo della Fossa verso l’ospedale), via Villafranca (da via Vittoria alle Canossiane) e via Parauro. Su via Dante sud ci sarà la telecamera a sorvegliare i transiti, misurando la sagoma dei veicoli, mentre sulle altre vie, in attesa di posizionare altri varchi elettronici, ci penseranno le pattuglie della polizia locale.

Via Dante. La fase di pre-esercizio della telecamera installata alcuni anni fa a poche decine di metri dalla rotonda del Ponte Nuovo è stata più lunga del previsto. Dopo una lunga attesa per l’omologazione e un periodo di prova, adesso il dispositivo è finalmente pronto a funzionare a tutto tondo, con l’elevazione di sanzioni ai trasgressori. Dieci giorni al massimo ancora per gli ultimi dettagli, poi da agosto scatteranno le multe. Le sanzioni riguarderanno tutti i veicoli ingombranti di lunghezza superiore a 7 metri che imboccheranno via Dante, non osservando i divieti per i camion. La telecamera sarà accesa tutti i giorni, nell’arco delle 24 ore, con esclusione dei veicoli di frontisti e residenti, dei mezzi di trasporto merci con autorizzazione specifica rilasciata dalla polizia locale, dei bus e dei camion per la raccolta dei rifiuti, oltre che per i mezzi di soccorso.


La Ztl. Se in via Dante c’è la telecamera a sorvegliare, nelle altre vie della Ztl (Vittoria, Miranese, Villafranca e Parauro) ci penseranno i vigili, con controlli sul campo. L’obiettivo però è dotarsi di almeno altre due telecamere per completare il sistema di varchi elettronici a protezione della “no-tir area”. Una verrà posizionata, non appena ci saranno le disponibilità economiche, sempre verso il Ponte Nuovo, puntata su via Vittoria verso Spinea, l’altra alla Fossa, a sorvegliare il transito in entrata per chi proviene dalla rotatoria della camionabile, in direzione Mirano. Intanto nelle scorse settimane sono comparsi già ampi e vistosi cartelli stradali agli accessi dell’area interdetta.

No Tir. L’entrata in funzione effettiva della Ztl per i tir costituirà il primo vero blocco effettivo della viabilità pesante in tutta l’area nord di Mirano, dopo alcuni anni di dibattito, proteste e ordinanze. In pratica ora i Tir provenienti da nord (Scorzè, Noale e Salzano) non potranno più scendere verso il centro di Mirano, così come chi sale da sud (viale Venezia) non potrà risalire verso il centro, ma dovrà proseguire sulla camionabile fino a via Scaltenigo.



 

Video del giorno

Vinitaly, Zanette (Prosecco Doc): "Ora vogliamo crescere in valore"

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi