Sicurezza in mare decine d’interventi

JESOLO. Sicurezza in mare, decine di interventi degli assistenti al salvataggio al lido di Jesolo in questo fine settimana. Due i più gravi, entrambi domenica. Il primo, nei pressi della torretta 3,...

JESOLO. Sicurezza in mare, decine di interventi degli assistenti al salvataggio al lido di Jesolo in questo fine settimana. Due i più gravi, entrambi domenica. Il primo, nei pressi della torretta 3, zona Piazza Nember, vicino a un chiosco. Un bambino italiano di 7 anni è stato colto da attacco epilettico. Dopo il primo intervento dei bagnini della Jesolo turismo, il bambino è stato portato in ospedale dell’ambulanza del Suem. Sta bene ed è fuori pericolo. Poco più tardi, alla torretta 16, zona Piazza Trieste.

Un ragazzo di colore residente nel trevigiano è stato soccorso dopo che si è trovato in difficoltà mentre nuotava. Si trovava all’altezza della estremità del pontile, la testa sotto acqua. Due amici nel panico non sapevano cosa fare così il bagnino della Jesolo Turismo si è tuffato e lo ha portato a riva. Con il collega lo ha rianimato fino a quando è arrivata l’ambulanza e lo ha portato all’ospedale di San Donà. Era in condizioni gravi, ma è stato salvato. Sono stati segnalati numerosi altri interventi, meno gravi. Quasi sempre anziani colpiti da malore vicino a riva o giovani inesperti finiti nelle buche sott’acqua. (g.ca.)



2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

L'addio a Piero Angela, il ricordo del figlio Alberto: "È stato come vivere con Leonardo da Vinci"

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi