«Non sono nostalgico, i clienti sono soddisfatti»

Gianni Scarpa, il gestore della spiaggia fascista di Sottomarina, si difende con un mix di slogan, tra rispetto dei gay e odio per i Rom. «I miei cartelli sono graditi ai bagnanti»