Tira un pugno a una donna in stazione e la rapina. Preso

Un ragazzo di Avellino ha aspettato che lei fosse impegnata a comperare il biglietto alle emettitrici automatiche e poi l'ha aggredita. Bloccato e immobilizzato da un altro passeggero che l'ha consegnato agli agenti

VENEZIA. Rapina una donna viene fermato da un altro passeggero che lo immobilizza e lo consegna agli agenti. È finita con un arresto la carriera di un ragazzo di 23 anni che ha aggredito e rapinato una donna che si stava comperando il biglietto alle biglietterie automatiche della stazione di Santa Lucia.
 
Il ragazzo, dopo aver adocchiato il portafoglio della donna, ha atteso che lei fosse impegnata nella scelta del biglietto,  poi le ha tirato un pugno alla mano facendole cadere il borsellino, l’ha afferrato ed è scappato verso i binari.
 
La donna, con le lacrime agli occhi, l’ha inseguito urlando: nel portafogli infatti aveva 400 euro, le sue carte e tutti i documenti.
 Inseguito fino ai binari e vistosi ormai scoperto il ragazzo ha tentato di disfarsi del portamonete gettandolo sulle rotaie, ma veniva visto da un altro viaggiatore che lo recuperava. L’uomo poi riusciva a acchiappare il ragazzo e a immobilizzarlo.
 
Poi lo ha coinsegnato agli agenti. Il rapinatore è un 23 enne di Avellino: è stato arrestato in flagranza del delitto di rapina, è stato accompagnato nelle camere di sicurezza della questura, in attesa della direttissima. 
Nella mattinata odierna si è svolta l’udienza di convalida dove il giovane è stato condannato alla pena di un anno, quattro mesi e dieci giorni di reclusione e al pagamento di 400 euro di multa, pena sospesa.
 
2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

In cerca di padrone: 4000 beagle americani sono stati salvati dai maltrattamenti di un allevamento

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi