Linea 16 modificata per il Ramadan  

Accolta la richiesta della comunità islamica per facilitare chi prega fino a tardi

Modificata la corsa della linea 16 per il periodo del Ramadan. La richiesta era stata avanzata all’assessorato alla Mobilità, e rigirata al sindaco, Luigi Brugnaro, e proveniva direttamente dalla Comunità islamica di Mestre e Provincia. Scopo? Durante il Ramadan, iniziato sabato scorso, in tanti fedeli musulmani, si recano in via Monzani a Marghera per le preghiere di rito verso la Mecca. L’ultima, quella della sera, la cosiddetta Isha, termina quasi a mezzanotte e sono molti coloro che la praticano, vuoi perché possono recarsi a pregare solo dopo il lavoro, vuoi perché si fermano a rompere il digiuno tutti assieme. Quest’anno, inoltre, nella moschea della Misericordia di via Monzani a Marghera, si recano anche molti bengalesi rimasti orfani di una sede dopo la chiusura del centro di via Fogazzaro. I fedeli bengalesi spesso non posseggono l’auto, si muovono in bici (solo gli uomini), e utilizzano i mezzi pubblici. Così, per tornare da Marghera verso Mestre in orario notturno, è stato chiesto di poter modificare la linea, inserendo una corsa attorno alle 24. «La richiesta è stata fatta pervenire al sindaco», spiega l’assessore alla Mobilità, Renato Boraso, «che ha deciso di andare incontro a questa esigenza avanzata dal presidente della comunità islamica». Un attimo di sensibilità, dunque. «Non ci sono spese in più, dal momento che non aggiungiamo corse, ma semplicemente posticipiamo in modo da andare incontro alle esigenze di chi prega».
Soddisfatta dell’attenzione dell’amministrazione, la comunità musulmana. Ieri gli orari sono stati pubblicizzati anche sulla pagina Facebook dell’imam.
Marta Artico
Video del giorno

La schiscetta. Verdure d'autunno per la pausa pranzo: coste e spinaci con formaggio e pinoli

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi