Consiglio comunale e riprese scontro tra M5S e Perazzolo

CAVARZERE. «L’amministrazione è trasparente? Lo decide il presidente». È il prologo polemico con cui inizia il video dell’ultimo Consiglio comunale girato da Marco Cavaliere, (M5S) protagonista di...

CAVARZERE. «L’amministrazione è trasparente? Lo decide il presidente». È il prologo polemico con cui inizia il video dell’ultimo Consiglio comunale girato da Marco Cavaliere, (M5S) protagonista di uno scontro verbale con la presidente Sabrina Perazzolo. Cavaliere, senza chiedere nulla, ha piazzato una telecamera di fronte ai banchi del Consiglio. Perazzolo l’ha richiamato. «Cosa sta facendo?», «Riprendo la seduta», «Non è autorizzato», «Non mi serve autorizzazione, il Consiglio è pubblico», «Mi deve chiedere il permesso». Poi la «concessione» del presidente alle riprese, perché, ha ribadito la Perazzolo a Cavaliere «lei deve chiedere se può, questa è la prassi». Una prassi, in realtà, con ben pochi precedenti, dato che la trasmissione del Consiglio comunale (via radio o internet) erano state abbandonate già dalla prima amministrazione Tommasi (2011) per «mancanza di fondi». La nuova richiesta sostenuta dai Cinquestelle è stata una reazione alla decisione della presidente Perazzolo di discutere, a porte chiuse, due mozioni di sfiducia (poi respinte) presentate dall’opposizioneper l’uso "disinvolto" di denaro pubblico, da parte di due esponenti del Pd, in qualità di amministratori pubblici.

Diego Degan

Video del giorno

Maxi rissa a Savona nel cuore della movida: il degrado della Vecchia Darsena

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi