Parenti e il sindaco per i 107 anni di nonna Giuseppina

CAVARZERE. I parenti, gli amici, il sindaco e l’arciprete: tutti volevano farle gli auguri di buon compleanno. Del resto 107 primavere sono un bel traguardo e, a livello locale, un record, visto che...

CAVARZERE. I parenti, gli amici, il sindaco e l’arciprete: tutti volevano farle gli auguri di buon compleanno. Del resto 107 primavere sono un bel traguardo e, a livello locale, un record, visto che Giuseppina Bisco, classe 1910, è la persona più anziana residente nel territorio comunale. Ma lei, mentre gli altri festeggiavano e le facevano gli auguri, ha preferito farsi un pisolino e a nulla sono valsi i gentili scuotimenti, le pacche sulle spalle e le frasi sussurrate vicino all’orecchio.

L’appuntamento era domenica 2 aprile, il giorno esatto del compleanno, nella casa di Cà Labia dove nonna Giuseppina vive con la figlia e altri parenti. Gli auguri “istituzionali” ai centenari stanno diventando una tradizione, da qualche anno a questa parte, ma per Giuseppina era, pur sempre, un avvenimento. Forse avrebbe parlato della sua lunga vita, tra guerre e alluvioni; del suo sentirsi «partigiana da sempre»; di quando, a soli 18 anni, era diventata mamma e di come si era guadagnta da vivere lavorando la terra. Il tranquillante datole per calmare l’emozione, invece, l’ha fatta dormire. O, forse, lei ha fatto solo finta e si è goduta gli auguri, senza troppo impegnarsi, con tutti quegli ospiti. (d.deg.)

Video del giorno

Maxi rissa a Savona nel cuore della movida: il degrado della Vecchia Darsena

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi