In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Esplosione nella metro di San Pietroburgo. 10 morti

Una violenta detonazione a bordo di un vagone di un treno della Linea blu. Trovato altro ordigno inseploso. Le telecamere hanno ripreso l'attentatore: barba e lungo pastrano scuro

1 minuto di lettura
SAN PIETROBURGO (Russia). Una violentissima esplosione è avvenuta nella linea blu della metropolitana di San Pietroburgo.

San Pietroburgo, esplosione nel metrò: i vagoni colpiti

 Lo scoppio sarebbe occorso all'interno di un vagone e stando alle prime informazioni ci sarebbero almeno 10 vittime. L'esplosione è avvenuta a bordo del convoglio che in quel momento stava transitando nel tunnel che collega due stazioni.
Le stazioni della metro interessate dalle esplosioni sono Sennaya Ploshchad e Teknologicheskiy Insitut. Sette fermate sono state chiuse.
Le telecamere a circuito chiuso della metro hanno ripreso quello che si ritiene essere l'autore dell'attentato che finora ha causato almeno 10 morti e 47 feriti. L'immagine ritrae un uomo in un copricapo di feltro di foggia islamica/centroasiatica, una barba che ricorda quella portata dai salafiti, in cui sono quasi assenti i baffi. Indossa un lungo pastrano scuro. L'uomo è entrato nella stazione metro di Sennaia 20 minuti prima dell'esplosione dell'ordigno.
Il precedente sanguinoso attentato alla metro di Mosca nel marzo del 2010 
 
Nel marzo del 2010 un terribile attentato colpì la metropolitana di Mosca facendo numerose vittime.
 
A causare le esplosioni sono stati degli ordigni artigianali con circa 200-300 grammi di tritolo: lo sostiene l'agenzia Interfax citando proprie fonti.  In seguito, a partire dalle 14.50 tutte le stazioni della metropolitana sono state chiuse.
Secondo l'agenzia Fontanka, una delle due esplosioni è avvenuta su un vagone centrale del treno che arrivava a Teknologhiceskij Institut da Sennaya Ploshad.
Un fermo immagine della situazione nella stazione della metro dove si è fermato il treno (ansa)
Il bilancio ufficiale parla di 10 persone morte e 47 - di
cui 6 in gravi condizioni - ferite. Lo ha spiegato il ministro della Salute, Veronika Skvortsova, secondo cui 39 persone sono ricoverate in ospedale. Secondo il ministro, sette persone sono morte sul posto, una durante il trasporto in ambulanza, e altre due in ospedale.
Un ordigno inesploso è stato rinvenuto in un'altra stazione della metro di San Pietroburgo, quella di Ploshchad Vosstaniya. 
Tra i feriti nell'esplosione nella metro ci sono anche diversi bambini. I feriti sono stati colpiti, secondo le prime informazioni, da oggetti contundenti presumibilmente contenuti nell'ordigno esploso.
 
Notizia in aggiornamento
 
I commenti dei lettori