In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Gli accordi politici? Ora si fanno correndo

Sempre più candidati avversari visti fare jogging insieme lontani da orecchie indiscrete

1 minuto di lettura

JESOLO. Tutti di corsa in spiaggia a fare jogging, e magari accordi politici lontani da occhi e orecchie indiscreti. Alle 6 del mattino in riva al mare, in tuta e con berretti che coprono bene il viso, si incontrano soprattutto i politici di Jesolo. A due mesi dalle elezioni, insomma, i politici jesolani scelgono le prime ore del giorno per non imbattersi nei tanti concittadini che già si vedono in spiaggia o sulla passeggiata, pronti a fermarli ogni metro.

C’è il sindaco, Valerio Zoggia, che non fa meno di 10 chilometri di passeggiata veloce tutti i giorni.

Poi il consigliere e capogruppo di Tutti per Jesolo, Alessandro Perazzolo, che ha perso 10 chili andando a correre quotidianamente con dieta ferrea.

Il blogger ed ex consigliere comunale, Claudio Vianello, è un maratoneta che addirittura ha affrontato competizioni da Venezia e a New York, il primo a inaugurare questa tendenza sportiva della politica jesolana. Meglio che chiudersi in una stanza a guardare tutti i social possibili e immaginabili.

E che dire di Fabio Visentin della Lega Nord, la new entry, che da qualche mese si prepara con grande impegno all’incontro elettorale della vita, tanto che gli amici ormai l’hanno soprannominato “Rocky”. Lui s’impegna correndo in tuta e scarpe da ginnastica a velocità mai raggiunte finora nonostante sia stato uno dei pilastri del calcio Jesulum, con l’allenatore Luca Revi Furlan, l’Antonio Conte del litorale.

Nicola Manente, di Forza Jesolo, è uno di quelli che predilige corse in bici, lui che era stato un campioncino delle due ruote. E lo stesso, ma con percorsi separati, il candidato a sindaco di Sinistra per Jesolo, Rodolfo Murador, che ha elaborato anche suggestivi percorsi immersi nella natura filmati in sella alla sua bicicletta con la quale va da Jesolo e San Donà e ritorno senza alcun problema. Tutti disposti a fare “qualche chilometro insieme”, sempre più spesso mano a mano che si avvicinano le elezioni. (g.ca.)

I commenti dei lettori