Venezia, malore dopo la partita di basket. Muore architetto

Luca Ugolini, 45 anni, stroncato da un infarto al pontile di San Basilio. Aveva appena smesso di giocare perché non si sentiva bene

VENEZIA. Una guardia giurata ha sentito un tonfo, si è avvicinata all’imbarcadero e ha visto un uomo per terra, con una vistosa ferita alla testa. Inutili tutti i tentativi di rianimarlo, da parte dei medici del Suem. È successo giovedì sera intorno alle 23 al pontile di San Basilio.

Malore. La vittima è Luca Ugolini, di 45 anni, architetto. Abitava alle Zitelle della Giudecca con la compagna, in una casa che stava ristrutturando. L’ipotesi principale, al momento, è che sia stato colto da malore, forse un infarto e che, nel cadere, abbia sbattuto la testa contro la bitta del pontile, provocandosi una profonda ferita. 

L'ultima partita. Ugolini l’altra sera era andato a giocare a basket ai Carmini per la partita del giovedì insieme a un gruppo di amici.Poiché si sentiva poco bene - come spiegano alcuni amici - aveva però deciso di andarsene un po’ prima, raggiungendo a piedi l’imbarcadero di San Basilio per tornare a casa alla Giudecca. Ed è all’imbarcadero che - come hanno potuto ricostruire i carabinieri - Ugolini è stato colto dal malore, e inutilmente soccorso prima dalla guardia giurata, e poi dai medici.
 
©RIPRODUZIONE RISERVATA 
2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La sua grande passione: il calcio. Così Ceggia ha dato l'addio a Nicolò Manica

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi