In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Taglio dei pini marittimi diffida al sindaco Striuli

Caorle. Iniziativa del consigliere di minoranza Marco Favaro proprio nel giorno in cui è entrata i vigore l’ordinanza per l’apertura del cantiere in viale Pompei

1 minuto di lettura

CAORLE. Una diffida al sindaco Luciano Striuli per il taglio degli alberi in viale Pompei. L’ha presentata ieri il consigliere comunale Marco Favaro, proprio nel giorno in cui è entrata in vigore l’ordinanza che vieta la sosta e sospende la circolazione stradale sul viale che verrà interessato dal lavoro del taglio dei pini marittimi.

L’ordinanza, firmata dal comandante della polizia locale Armando Stefanutto, resterà in vigore fino al 26 maggio prossimo. L’assessore Giovanni Comisso, commentando l’inizio dei lavori che dovrebbero cominciare oggi dopo l’allestimento del cantiere, spiega quali saranno le variazioni al traffico per la chiusura del viale. Potrebbe infatti essere momentaneamente sospesa l’ordinanza che vieta il passaggio ai mezzi di portata superiore a 3,5 tonnellate su Strada Nuova, cioè sul viale di ingresso a Caorle. Intanto dal punto di vista politico, e non solo, il clima sta diventando incandescente. Marco Favaro ha presentato l’esposto come consigliere comunale, ma fa parte anche del Comitato Difesa Territorio, che qualche settimana fa nel volgere di due giorni raccolse 290 firme nella petizione on line contro il taglio dei tigli. La minoranza e il comitato sono da sempre molto critici su questa operazione riguardante viale Pompei, che, secondo loro, stravolgerà il paesaggio di uno dei viali più importanti di Caorle. La diffida è stata presentata a norma di legge per tutelare “nidi, uova e specie protette di uccelli”.

Sembra chiaro però che il fine ultimo è quello di tutelare il paesaggio e lasciarlo così com’è. Diffidando il sindaco, Marco Favaro chiede di sospendere i lavori di abbattimento previsti anche nelle vie Gozzi e Adige, che si trovano nella zona del Lungomare di Ponente a un paio di chilometri da via Pompei.

Il taglio degli alberi riguarderà anche queste strade dove le ramificazioni dei pini hanno sempre creato inconvenienti all’asfalto, sebbene comunque si tratti di strade piccole. «Il sottoscritto», conclude così la diffida Marco Favaro, «si riserva di presentare un esposto all’autorità giudiziaria». Nell’ordinanza sulla sospensione della circolazione in viale Pompei, si legge comunque che vanno garantire le uscite e gli accessi dalle aree private, con la creazione di corsie riservate. I lavori in viale Pompei comporteranno disagi nella viabilità verso Levante. Da oggi dovrebbe essere installata una deviazione per via dei Tribuni. «Stiamo inoltre pensando», spiega l’assessore Giovanni Comisso, «di sospendere l’ordinanza che vieta su Strada Nuova l’accesso ai mezzi con carichi di 3,5 tonnellate. Ma per ora resta un’ipotesi».

Rosario Padovano

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori