«Con le casette l’ex base diventerà un ghetto»

Critiche della deputata Di Benedetti (M5S) all’iniziativa che scavalca Comune e Regione

CONA. «Con la realizzazione delle casette, il centro di accoglienza di Conetta diventerà un ghetto per migliaia di persone».

A bocciare il progetto ministeriale per adeguare la struttura è la deputata padovana Cinque stelle Silvia Di Benedetti che il 5 gennaio scorso ha visitato il centro dopo la morte di una giovane ospite.

«L’idea di accoglienza che questo Governo sta portando avanti è inaccettabile e pericolosa», spiega la Di Benedetti, «Cona ne è per l’ennesima volta un esempio. I lavori che stanno partendo, con l’imposizione del ministero che va a scavalcare Comune e Regione, sono la conferma che questo centro, nato per ospitare poche decine di persone, diventerà un ghetto permanente con migliaia di migranti. Chi assicura che questi nuovi moduli abitativi non serviranno per ampliare ancora la capienza dell’ex base?».

Secondo l’onorevole grillina la situazione già precaria di Cona potrebbe anche peggiorare. «Le ispezioni dell’Usl e quella della commissione parlamentare», specifica la deputata, «hanno chiaramente indicato il grave problema legato al sovraffollamento del centro. Malgrado tutti questi segnali il Governo prosegue imperterrito su questa strada. Assurdo che si continui a sperperare denaro pubblico per inseguire questa emergenza con soluzioni che si sono già dimostrate fallimentari e contraddittorie rispetto a quelle previste dal “Piano di accoglienza” approvato da Governo e Anci per favorire l’accoglienza diffusa che invece in Veneto ha le quote più basse in assoluto». (e.b.a.)

Video del giorno

Maxi rissa a Savona nel cuore della movida: il degrado della Vecchia Darsena

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi