Allarme sull’arrivo dei migranti

Post su Fb di una volontaria. Secca smentita della Cri e del sindaco

JESOLO. Un post su Facebook per denunciare l’arrivo alla Croce Rossa di Jesolo di altri 40 migranti da Cona.

Lo ha scritto una volontaria della struttura, ma subito è arrivata la secca smentita del presidente veneto della Cri Francesco Bosa e del sindaco Valerio Zoggia. Dall’opposizione Daniele Bison ha subito cavalcato la soffiata che ha creato un turbinio di reazioni tra i social e in città. E ha accusato il sindaco di non avere peso in prefettura dopo che è stato approvato un ordine del giorno per dimezzare il numero dei migranti in base all’accordo Stato Comuni. La smentita è giunta in giornata e ci saranno ulteriori verifiche visti i dati forniti dalla volontaria.

«Quanto affermato nel post non è vero», ha detto Bosa che è responsabile della struttura di Jesolo, «il numero dei migranti è immutato in base agli accordi, la volontaria non è della Cri, ma della parrocchia di Jesolo e non è assolutamente vero quanto sostiene». Il sindaco Zoggia si è subito informato con i vertici della Croce Rossa ricevendo la smentita. Bison precisa i termini della sua denuncia conseguente alla lettura del post su fb: «Quella persona ha scritto una denuncia sui social mettendo nome e cognome e noi abbiamo sollevato il caso perché ha fornito molti dati e precisi. Ciò è comunque molto grave e dovrà essere approfondito perché è strano sia tutto inventato e dà l’ idea delle tensioni che ci sono». Ora il sindaco attende che la prefettura dimezzi i 120 migranti secondo l’accordo e l’odg approvato in Consiglio comunale.(g.ca.)

Video del giorno

Maxi rissa a Savona nel cuore della movida: il degrado della Vecchia Darsena

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi