Conetta, installate cinque telecamere per prevenire traffici illeciti alla base

CONA. Telecamere per sorvegliare il centro di Conetta: tre all’incrocio tra via Rottanova e via Coronelle, due lungo la provinciale tra Conetta e Agna. Le ha installate, da pochi giorni, l’amministra...

CONA. Telecamere per sorvegliare il centro di Conetta: tre all’incrocio tra via Rottanova e via Coronelle, due lungo la provinciale tra Conetta e Agna. Le ha installate, da pochi giorni, l’amministrazione comunale e potrebbero servire anche a individuare chi cerca di intessere traffici illeciti con i profughi dell’ex base militare. Lo scopo ufficiale, però, è un altro: scoraggiare l’abbandono di rifiuti lungo le strade. Così spiega il sindaco, Alberto Panfilio, ricordando un episodio di scarico di inerti contenenti amianto, accaduto l’anno scorso. Ma ci sono anche le lamentele dei residenti per il comportamento di molti profughi che gettano a terra le confezioni e i vuoti dei generi alimentari sulle strade (in particolare via Coronelle) di collegamento con Agna. Ma non bisogna dimenticare che i ragazzi ospiti a Conetta sono anche un “mercato” potenziale per spacciatori e sfruttatori (varie volte si è parlato di droga e prostitute provenienti da “fuori”) che arrivano in piazza Conetta alle più svariate ore del giorno e della notte, consapevoli che i (pochi) abitanti del posto non possono farci nulla. Ora, però, le telecamere potrebbero essere un valido deterrente. Quindi maggiore sorveglianza e maggiori controlli non solo sull’abbandono selvaggio di rifiuti, ma anche sulle attività, soprattutto illegali, che ruotano attorno ai profughi ospitati nell’ex base militare di Conetta e “invadono” il paese. (d.deg.)

Video del giorno

Maxi rissa a Savona nel cuore della movida: il degrado della Vecchia Darsena

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi