Meolo, un tatuaggio per ricordare Nicola

In settimana i funerali del gestore del “Divinus” stroncato da malore

MEOLO. Un tatuaggio sul pettocon le iniziali di Nicola Moretto e la sua data di nascita. Anche cosi gli amici vogliono ricordare il 34enne gestore del ristopub Divinus di Meolo, scomparso una settimana fa.

Era la serata di domenica scorsa quando un passante ha notato la Fiat Doblò del ristoratore ferma a bordo strada in via Kennedy, a San Donà. All’interno il corpo ormai esanime di Nicola. Inutilitutti i tentativi di soccorrerlo.

In questi giorni sono state centinaia le dimostrazioni d’affetto da parte dei tanti amici. Tra queste, spicca quella di un amico d’infanzia che ha scelto di tatuarsi sul petto le iniziali e la data di nascita di Nicola. «In questa società dove tutti pensano a se stessi, Nicola era uno che si fermava per aspettarti e aiutarti», racconta il giovane, che ha preferito rimanere anonimo, «se ne va un grande uomo che avrebbe meritato molto più da questa vita. Ma lui ci sarà per sempre».

I funerali di Nicola Moretto si svolgeranno nella chiesa di Noventa, paese d’origine della famiglia Moretto. Le onoranze funebri Brollo e Stefanon stanno predisponendo tutto per svolgere le esequie in settimana. Ma la data esatta non è stata ancora fissata, in attesa dell’ultimazione degli accertamenti disposti per stabilire le cause esatte del malore costato la vita a Nicola Moretto, che da poco si era trasferito a vivere a Meolo insieme alla moglie.

 

Video del giorno

Quirinale, Bonino: "Addolorata dal metodo carbonaro per eleggere il Presidente. Inutile stare qui"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi