Parco di Sant’Elena riaperti i bagni

VENEZIA. Dopo quasi diciotto mesi verranno finalmente riaperti i bagni pubblici del parco di Sant'Elena. Una notizia attesa da tempo dai residenti e dai fruitori delle aree giochi per bambini e dei...

VENEZIA. Dopo quasi diciotto mesi verranno finalmente riaperti i bagni pubblici del parco di Sant'Elena. Una notizia attesa da tempo dai residenti e dai fruitori delle aree giochi per bambini e dei vari campi sportivi presenti nel parco. Una buona notizia per le tante persone che frequentano la pineta di Sant'Elena non solo per fare sport ma anche per trascorrere qualche ora all'aria aperta, trattandosi della più grande area verde del centro storico.

Anche nel dicembre scorso alcuni abitanti avevano sollevato il problema, chiedendo all'Amministrazione una soluzione che facesse al caso loro. Il tutto è stato quindi reso possibile grazie alla collaborazione tra Veritas e l'associazione Forti Murazzi che, grazie ai suoi volontari che si occuperanno della pulizia e della guardiania dei locali, permetterà al servizio di essere a costo zero. «È un bell'esempio di collaborazione tra i cittadini e il Comune, che nasce dall'amore per la propria città, e di cui beneficeranno i bambini veneziani, le loro famiglie e i tanti frequentatori della pineta», ha detto il consigliere delegato per i rapporti con le isole, Alessandro Scarpa Marta, che da tempo stava lavorando al progetto. «Questa è un'oasi di verde di oltre 34 mila metri quadrati di superficie, che ospita anche campi da calcetto, tennis, pallacanestro e la pista di pattinaggio. Proprio su questi ultimi cercheremo di trovare una soluzione anche al tema del risparmio energetico necessario quando non vengono utilizzati nelle ore di buio».

I residenti hanno chiesto che possano essere spente se non usati dagli sportivi, per evitare inutili sprechi energetici. Tra le ipotesi quelle di un sistema a gettone che consenta l'accensione degli impianti ad hoc e per un tempo limitato in base alle esigenze.

Simone Bianchi

Video del giorno

Isole Faroe, 1500 delfini uccisi sulla riva: un massacro senza precedenti

Timballo di alici

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi