In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Morto Eugenio Vassallo «Un penalista battagliero»

Da tempo malato aveva 75 anni: ex presidente della Camera penale veneziana e segretario dell’Unione nazionale delle Camere penali. I funerali martedì alle 11

1 minuto di lettura

VENEZIA. È morto l’avvocato Eugenio Vassallo, uno dei più noti penalisti veneziani. È morto a casa sua, aveva 75 anni, dopo una lunga malattia che da tempo lo teneva lontano dalle aule di giustizia e dal suo studio di Mestre, ora ereditato dal figlio Marco, avvocato penalista come lui. I funerali saranno celebrati martedì 22 novembre alle 11 nella chiesa dei Carmini. Era stato più volte presidente della Camera penale veneziana e segretario dell’Unione nazionale delle Camere penali. Il suo hobby preferito era il volo ed era stato anche presidente della società che gestisce l’aeroporto Nicelli del Lido.

«È stato un grande penalista, battagliero, preparato e intelligente», dichiara l’avvocato Antonio Franchini, il quale oltre ad esserne amico fraterno ha condiviso con lui numerosi processi, a fianco di clienti coimputati, e anche la dirigenza di associazioni professionali. «È appartenuto alla generazione di mezzo dei penalisti» sostiene Franchini, «di quelli che non solo si preparavano a costruire l’arringa in aula, davanti ai giudici del Tribunale, ma organizzava la difesa in modo dinamico in ogni fase del processo. Mi sento di dire che è stato uno dei grandi rappresentanti della prima generazione moderna di penalisti». «Ha preteso un grande rispetto per la sua professione e ha svolto il suo lavoro al servizio della Giustizia, tutelando sempre e fino in fondo il cliente. Posso senz’altro afferemare che non si è mai fatto mettere i piedi in testa da alcuno» conclude l’amico e collega.

Nonostante la serietà e l’impegno che metteva nella sua professione era rimasto amico di alcuni vecchi compagni di studio che avevano scelto di stare dall’altra parte della barricata. Aveva studiato, ad esempio, con l’ex procuratore della Repubblica di Venezia Vittorio Borraccetti, si era addirittura laureato in Giurisprudenza all’Università di Padova nello stesso giorno del luglio 1965 e con lo stesso professore. «Mi spiace davvero molto, dopo gli studi condivisi eravamo rimasti molto legati» afferma l’ex magistrato, ora in pensione. Lo stesso Ivano Nelson Salvarani, pm e poi presidente della sezione penale a Venezia che ha chiuso la carriera come procuratore della Repubblica a Vicenza. «È stato un caro amico» dichiara Salvarani.

Sono innumerevoli i processi nei quali Eugenio Vassallo ha avuto un ruolo in qualità di difensore o di legale della parte civile da quando, nel 1968, si è iscritto all’Ordine degli avvocati lagunari. Si è trovato a difendere spesso soprattutto politici e pubblici funzionari e in numerosi procedimenti ha rappresentato il Comune di Venezia perché la giunta di Ca’ Farsetti si era affidata a lui, alla sua professionalità e competenza.

Giorgio Cecchetti

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori