«Troppi 30 milioni di turisti, vanno ridotti»

Le proposte di Italia Nostra. Crovato: ma ricordiamo i 40 mila che vivono di turismo

Circa trenta milioni di turisti all’anno, tra escursionisti e pernottanti, da ridurre drasticamente per salvare la città. È stato il tema dell’intervento del vicepresidente della sezione veneziana di Italia Nostra Paolo Lanapoppi che ieri al Municipio di Mestre di fronte alle commissioni consiliari riunite per discutere del problema dei flussi turistici, ha presentato anche le proposte dell’associazione di tutela.

Le misure proposte sono di tre tipi, e riguardano rispettivamente i turisti escursionisti, i turisti pernottanti e gli incentivi alla residenza. Prima di pensare a tornelli o a prenotazioni obbligatorie per tutti (forse difficili da realizzare in pratica), la proposta di Italia Nostra è di cominciare con i gruppi di escursionisti organizzati.

Questi dipendono da agenzie, arrivano con autobus e sono facili da gestire. Basta stabilire un numero massimo di persone per giorno e imporre agli operatori di non muoversi senza aver ottenuto il permesso d' ingresso. Italia Nostra - ha spiegato ieri Lanapoppi - pensa a una quota giornaliera di 38 mila turisti tra mordi e fuggi (dagli attuali 83 mila) e pernottanti e a un tetto di presenze annue di 13 milioni e 800 mila turisti (a fronte degli attuali 30 milioni). Italia Nostra vuole incentivare l'affitto ai residenti, ma anche ponendo un limite al numero di giorni nei quali si può affittare a turisti: per esempio 90 giorni l'anno.

Infine, Italia Nostra propone l'istituzione di un bonus per Venezia (sull'esempio dell'Art Bonus): una serie di facilitazioni e incentivi fiscali alle coppie che intendono stabilirsi in città, ai residenti che debbano procedere a restauri, alle start up che vogliano usare Venezia come sede operativa. Alterne le valutazioni dei consiglieri comunali. Da chi è decisamente favorevole come la consigliera del Pd Monica Sambo e in parte anche il consigliere della Lista Brugnaro Ottavio Serena e chi, invece, come Maurizio Crovato, della stessa Lista ha invece polemizzato con Lanapoppi, ricordando le 40 mila persone che a Venezia vivono di turismo e i 1800 bancarellari per scagliarsi contro misure di limitazione agli arrivi.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Due sciacalli dorati avvistati in un vigneto ad Annone Veneto: il video

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi