In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Evade dai domiciliari per procurarsi il whisky

Jonathan Fontanelle era stato preso dopo i tentativi di furti in due pizzerie Scoperto dai carabinieri, scappa nuovamente da casa: adesso è ricercato

1 minuto di lettura

MESTRE. Avrebbe dovuto essere agli arresti domiciliari. Non solo: due giorni fa il giudice monocratico, condannandolo a un anno e quattro mesi di reclusione, gli aveva imposto l’obbligo di dimora alla Giudecca, dove abita, inoltre avrebbe dovuto presentarsi per firmare il registro presso la caserma dei carabinieri dell’isola. Invece, il 36enne Jonathan Fontanelle, è scappato di casa: i militari dell’Arma sono passati a prenderlo per portarlo davanti al giudice monocratico di Venezia Enrico Ciampaglia, ma lui non c’era, era sparito, scomparso, in pratica un’evasione, inoltre ha violato gli obblighi che aveva, quelli di dimora e di firma.

Tutto è cominciato tre giorni fa, quando nella notte tra martedì e mercoledì ha cercato di mettere a segno due furti, ma non ci è riuscito. Verso le ore 5.45, era stato notato da un cittadino nel tentativo di forzare l’ingresso di una pizzeria alla Gazzera. Il testimone, a quel punto, ha chiamato il 113, fornendo una dettagliata descrizione del ladro. La tempestività dell’intervento ha consentito di sorprendere il pregiudicato a poca distanza dal locale mentre stava cercando di nascondersi alla vista degli agenti in una rientranza della strada.

Il proseguimento degli accertamenti, sempre da parte degli agenti, ha consentito di attribuire a lui anche il tentativo di entrare in un'altra pizzeria, avvenuto verso le 5, sempre in zona. In quella circostanza, il ladro era stato disturbato dall’entrata in funzione dell’allarme antifurto per cui al loro arrivo i poliziotti non avevano trovato il colpevole. Tuttavia, la visione delle immagini registrate dal sistema di sicurezza consentiva ai poliziotti di riscontrare l’esatta corrispondenza tra l’autore del tentativo di furto e l’uomo bloccato alla Gazzera. Per quei due tentativi, la mattina seguente è stato condannato a un anno e 4 mesi e scarcerato con l’obbligo di dimora e quello della firma nel registro posto nella caserma dei carabinieri della Giudecca.

Giovedì Fontanelle è uscito di casa ed è andato a Mestre, è entrato all’Interspar e ha cercato di portarsi via ben sei bottiglie di whisky, ma è stato bloccato. Sono arrivati i carabinieri che lo hanno accompagnato a casa, agli arresti domiciliari, spiegandogli che darebbero andati a prenderlo il mattino seguente per portarlo in Tribunale. Ma ieri era evaso. (g.c.)

I commenti dei lettori