In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Bambino salvato dall’annegamento

Cavallino. Intervento dei bagnini nella piscina del camping Sant’Angelo. Il piccolo era sfuggito all’attenzione dei genitori

1 minuto di lettura

CAVALLINO. I bagnini del camping Sant’Angelo salvano un bambino svizzero di due anni dall’annegamento nella piscina del campeggio mentre era sfuggito al controllo dei genitori. Elitrasportato da piazzetta della Libertà di Cavallino-Treporti, il piccolo è stato ricoverato al reparto pediatrico dell’ospedale di Padova.

Il bimbo scampato all’annegamento per un soffio prima di immergersi era sfuggito all’attenzione dei due genitori svizzeri, provenienti dal cantone francese, per fortuna non è sfuggito invece allo sguardo vigile dei due bagnini della società di salvamento Wela di William Dalla Francesca, che lo hanno tratto in salvo appena hanno notata la sua difficoltà mentre annaspava immerso nell’acqua dell’area dedicata ai più piccoli.

Durante l’immersione il piccolo turista, data l’età, non è riuscito a trattenere il fiato e ha invece incamerato l’acqua sanificata col cloro della piscina.

I bagnini di Wela, una volta estratto dall’acqua il bimbo che faticava a respirare, hanno seguito passo a passo tutta la procedura che gli ha permesso di liberare le vie respiratorie dal liquido. L’allarme al Suem 118 di Mestre è stato lanciato alle 18.40.

In pochi minuti è giunta al camping Sant’Angelo l’autoambulanza della Croce Verde dalla vicina Ca’ Savio. Il personale sanitario ha stabilizzato le condizioni del bambino di due anni in attesa dell’arrivo dell’eliambulanza atterrata dopo qualche minuto nei pressi della vicina piazzetta della Libertà a Cavallino.

«Un plauso alla catena di emergenza pediatrica del 118 che rappresenta un’eccellenza a Cavallino-Treporti», commentano dalla direzione del camping Sant’Angelo, «ma soprattutto ci complimentiamo con il servizio di salvamento per la professionalità e velocità d’intervento che ha permesso di salvare una piccola vita».

Francesco Macaluso

I commenti dei lettori