La piazza di Scorzè cambia look con la nuova fontana

Intitolata a De Polo, ex presidente della San Benedetto Folla per l’inaugurazione, tra le autorità il prefetto Cuttaia

Ecco la nuova fontana di piazza Aldo Moro a Scorzè, intitolata all’ex presidente della San Benedetto Giuliano De Polo, scomparso nell’agosto 2004, che come ha detto la figlia Laura nel suo intervento e tra i progettisti dell’opera assieme a Evasio De Luca, rappresenta il «dialogo che continua tra l’uomo e la città».

Un intervento che arriva anche a 60 anni dalla nascita dell’azienda di viale Kennedy.

Tanta gente in piazza sin dalle prime ore del giorno; e poi i rappresentanti della giunta e del consiglio comunale, della politica nazionale e del Miranese, ex sindaci di Scorzè, il prefetto di Venezia Domenico Cuttaia. Luca Zaia ha inviato un messaggio attraverso il consigliere veneto Gabriele Michieletto. Sulla parete del municipio, le foto dell’ex manager trevigiano. Chiuso parte del centro durante la cerimonia ma non ci sono stati problemi di viabilità.

Fontana. È rivestita in pietra, con degli elementi naturali, inseriti dei “giochi d’acqua”, con nuovi arredi e alberi. La spesa è stata di 330 mila euro, divisi in modo equo tra la famiglia De Polo e la San Benedetto, a cui vanno aggiunte le somme che dovrà sostenere il Comune, sui 40 mila euro, per fornire alcuni materiali.

Testimonianze. Tanti i ricordi, partire dell’ex direttore del personale Franco Favaro, che ha raccontato alcuni aneddoti nei suoi otto anni vissuti a Scorzè. Quello più toccante è del presidente e amministratore delegato del Gruppo San Benedetto Enrico Zoppas. «Giuliano De Polo è stato un amico e compagno di avventura prezioso» dice «e di lui mi tornano in mente la carica umana e culturale che hanno arricchito e inciso sull’identità dell’azienda all’indiscusso carisma che affascinava e attraeva.

Sindaco. Giovanni Battista Mestriner ha voluto ricordare quanto De Polo e San Benedetto abbiano fatto per la comunità. «Costituisce un doveroso tributo a un insigne protagonista del mondo economico, per il contributo conferito, come imprenditore, a valorizzare e a sviluppare il benessere del territorio e dei suoi cittadini e per l’impegno sociale a favore della nostra comunità».

Alessandro Ragazzo

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Hawaii, l'incontro inaspettato è da brividi: fotografo si imbatte in uno squalo bianco mentre nuota

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi