Niente musica e balli alla festa del pesce azzurro di Sottomarina

Piazza Todaro gremita in una precedente edizione della Festa del pesce azzurro

Silenziato l'evento dal 17 al 27 giugno: il Comune ha accolto le richieste dei cittadini che con petizioni ed esposti avevano segnalato negli anni il fracasso proveniente dalla sagra

CHIOGGIA. Solo cibo per la festa del pesce azzurro che potrà svolgersi a patto che non proponga alcun tipo di spettacolo serale. Così ha deciso il Comune accogliendo le istanze dei residenti che da anni, a colpi di petizioni e esposti, lamentano livelli di decibel con compatibili con la vivibilità del quartiere. Immediata la polemica degli organizzatori, l’associazione Teatro&Musica, che parlano di località spenta, destinata a morire.

A due giorni dalla polemica sulle Notti Bianche a rischio (per l’impossibilità del Comune di concedere contributi pari a quelli degli anni scorsi), scoppia un altro caso sugli intrattenimenti estivi. La Festa del pesce azzurro (17-27 giugno), che festeggia i 10 anni, sarà monca degli spettacoli di corollario, musica, teatro, cabaret, per non recare disturbo ai residenti. Si potranno degustare i piatti tipici, ma nessun intrattenimento per il dopo cena. «È questo il turismo che vogliono?», sbotta su Facebook il presidente di Teatro&Musica, Maurizio Tiozzo, «No musica, no spettacoli, no cultura, cose da non credere in una località turistica. In questi anni sul palco di piazza Todaro abbiamo portato artisti e spettacoli di pregio, a zero costi per il Comune a cui non abbiamo mai chiesto contributi. Gli utili della festa servivano per finanziare la rassegna invernale di cabaret Comici&Comici, ugualmente importante per la città e ugualmente a costo zero per il Comune. Chiediamo solo rispetto e di lasciarci lavorare».

Ovviamente la polemica che si è immediatamente scatenata sul web risente anche del clima elettorale, particolarmente caldo sul fronte turistico da quando alcuni imprenditori hanno deciso di candidarsi per il Consiglio. La giunta giustifica i divieti con la necessità di tenere conto delle esigenze dei residenti e delle raccomandazioni della Prefettura dopo gli esposti.

«Il nuovo regolamento della sagra del pesce», precisa l’assessore al turismo, Luigi De Perini, «vieta di programmare manifestazioni gastronomiche a base di pesce in luglio e in agosto a Sottomarina e in corso del Popolo. Abbiamo autorizzato la Festa del pesce azzurro solo perché è programmata a giugno. Rimane però un problema tecnico, dovuto alla conformazione di piazza Todaro. In seguito ai reclami e all'esposto per l'inquinamento acustico abbiamo deciso di permettere in quel contesto solo iniziative compatibili con la struttura della piazza».

Video del giorno

Come mantenere i muscoli tonici: gli esercizi per rallentare la sarcopenia

Gazpacho di anguria, datterini e fragole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi