Auto senza assicurazione: +20%

Mira. Raffica di multe della polizia locale anche per la mancata revisione

MIRA. Sempre di più sulle strade della Riviera del Brenta viaggiano auto e motorini senza assicurazione o senza revisione. A denunciare questo aumento rispetto al 2015 sono le polizie locali di Mira, ma anche di Pianiga e dell’unione dei Comuni della Riviera del Brenta. Un aumento che vede punte anche del 20% in alcuni comuni come ad esempio Mira.

«Da gennaio ad oggi», spiega il comandante dei vigili di Mira, Mauro Rizzi, «abbiamo scoperto almeno una cinquantina di persone che viaggiavano in auto, motorino e anche in qualche caso in furgoni o camion, senza l’assicurazione del mezzo. Una condotta che implica il sequestro della vettura e una multa di 800 euro. L’impressione è che la gente colpita dalla crisi punti a risparmiare non pagando la polizza».

La procedura per chi viaggia senza assicurazione è chiara: l’organo accertatore (vigili carabinieri o polizia) sospende immediatamente la circolazione del veicolo, che verrà prelevato e trasportato in un deposito privato che, in casi particolari, può essere concordato con il trasgressore. Il veicolo verrà restituito al proprietario solo dopo che questi avrà pagato la sanzione amministrativa di 800 euro, sottoscritto un polizza assicurativa della durata di almeno sei mesi e garantito il pagamento delle spese di prelievo, trasporto e custodia del veicolo sottoposto a sequestro.

Nel caso di mancata revisione invece l’auto sarà portata alla casa del proprietario che sarà multato con 300 euro e potrà muoverla solo per portarla all’officina autorizzata per la revisione. Una tendenza confermata da Angelo Baratto comandante della polizia locale dell’unione dei Comuni della Riviera. «Abbiamo sanzionato una quarantina di persone dall’inizio dell’anno», spiega Baratto, «per il mancato rinnovo dell’assicurazione e della revisione del veicolo. Nel 90% dei casi di italiani. La scusa che ci danno per questo gravissimo comportamento è che si sono dimenticati di pagare. Va detto che i rischi nel non pagare l’Rc auto sono altissimi sia dal punto di vista penale che civile in caso di sinistro».

Anche a Pianiga si registra lo stesso problema nel capoluogo e nelle frazioni di Rivale Mellaredo e Cazzago. «Questo fenomeno», dice il sindaco di Pianiga Massimo Calzavara, «va analizzato con attenzione e rappresenta una ricaduta sulla sicurezza stradale dovuta anche all’aggravarsi della crisi economica. Vanno prese delle contromisure».

Alessandro Abbadir

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

"Questa è una stella". Tutti credono alla foto dello scienziato, ma era una fetta di salame

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi