In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Caccia con l'elicottero alla moto rubata a Jesolo: ladro arrestato torna in libertà

La Polizia fa scattare le manette ai polsi di Alan Cassol: è il figlio del rapinatore ucciso da Stacchio. In attesa del processo è stato sottoposto all'obbligo di firma

1 minuto di lettura
Elicottero della Polizia 

JESOLO. E' stato convalidato l'arresto di Alan Cassol, fermato venerdì per furto e resistenza a pubblico ufficiale. Sabato mattina il processo per direttissima in tribunale a Venezia: il legale di Cassol ha chiesto i termini a difesa quindi l'udienza è stata rinviata. Cassol è stato messa in libertà ma con l'obbligo di firma nella caserma dei carabinieri del suo paese. 

La caccia al ladro di moto risale a venerdì 20, pattugliando la campagna attorno a Jesolo con l'elicottero della Polizia, che individua e arresta il ladro. Sorpresa:  si tratta di Alan Cassol, figlio del rapinatore ucciso dal noto benzinaio Stacchio.

Il furto della potente motocicletta è stato messo a segno nel pomeriggio di venerdì, in centro a Jesolo: il proprietario ha visto il ladro fuggire in sella alla sua moto ed ha dato subito l'allarme al 113.

La Volante si è lanciata all'inseguimento del ladro, che vistosi incalzato si è dato alla fuga nei campi, dopo aver abbandonato la motocicletta. A questo punto, sulle sue tracce si è levato  un elicottero deà 10° reparto volo di Tessera, che ha scoperto il malvivente nascosto nel mezzo di un campo di frumento.

Dal cielo, i poliziotti hanno dato  le coordinate ai colleghi a terra e sono così scattate le manette ai polsi del giovane Alan Cassol che - appunto - è  figlio del rapinatore ucciso dal noto benzinaio Stacchio.

I commenti dei lettori