Venezia festeggia lo "sposalizio del mare"

foto Interpress

Corteo acqueo a remi al seguito della bissona Serenissima. Il sindaco ha gettato in acqua l'anello benedetto 

VENEZIA. Un corteo acqueo di barche a remi, partito dal Bacino San Marco al seguito della "bissona" Serenissima, la grande imbarcazione da parata, ha accompagnato, oggi a Venezia, lo «sposalizio del mare».

La cerimonia millenaria cade in occasione della Festa della Sensa, manifestazione tradizionale cittadina in cui si celebra l'Ascensione di Cristo e che ricorda, ogni anno, il rapporto di Venezia con il mare.

Venezia, lo sposalizio del mare

Alla manifestazione hanno partecipato autorità civili e religiose, tra cui il sindaco di Firenze, Dario Nardella, che ieri a Palazzo Ducale ha ricevuto il riconoscimento del «Gemellaggio Adriatico».

Di fronte alla Chiesa di San Nicolò del Lido, all'altezza della bocca di porto, si è svolta la cerimonia dello «sposalizio del mare».

Il sindaco della città lagunare, Luigi Brugnaro, ha gettato in mare l'anello benedetto dal patriarca di Venezia, mons. Francesco Moraglia, recitando la formula «Desponsamus te mare, in signum veri perpetuique domini».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Quando Calenda diceva: "Non farò politica con Renzi, mi fa orrore"

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi