Si trova i ladri in casa e li accoltella

Notte di sangue in centro a Mira. Un uomo ha affrontato i banditi ed è nata una colluttazione al buio. Ferito anche lui

MIRA. Raid dei ladri in appartamento, finisce con feriti e accoltellati in piena notte in centro a Mira Taglio.

Il fatto è avvenuto nella notte fra domenica e lunedì nella principale via Gramsci, la strada che attraversa il quartiere “Lissandrin”, un quartiere residenziale molto popoloso del capoluogo che ha circa 4- 5 mila abitanti.

I ladri sono entrati al civico 23 di via Gramsci, in una palazzina costruita negli anni Settanta che ospita da una decina d’anni prevalentemente famiglie di origine straniera. A raccontare ciò che è successo è B. N. un 27 enne che lavora in un albergo di Mestre e che in quel momento stava dormendo.

«Mi sono svegliato per colpa di un gran trambusto», spiega B.N., «ho ascoltato meglio e ho sentito delle grida provenienti da un appartamento vicino e dalle scale. A quel punto sono uscito di casa e ho visto un inquilino del mio condominio con la faccia ricoperta di sangue. Gli ho chiesto cosa fosse successo ma era letteralmente terrorizzato. Stava gridando a squarciagola che in casa sua erano entrati dei ladri e chiedeva l’intervento urgente dei carabinieri».

L’uomo, di nazionalità cinese si è trovato i ladri in casa e avrebbe reagito. «Trovandosi all’improvviso con degli sconosciuti in casa», racconta B. N., «l’inquilino cinese si è difeso impugnando la prima cosa che gli è capitata in mano: un coltello. Ma nella colluttazione è rimasto ferito al volto».

I ladri secondo la vittima erano appena fuggiti. Sono stati chiamati così i carabinieri che sono arrivati sul posto dalla compagnia di Mestre dopo qualche decina di minuti.

Sul posto è stata fatta arrivare anche un’ambulanza che è giunta in pochi minuti dall’ospedale di Dolo. Il cittadino cinese è stato subito portato al Pronto soccorso e se la caverà con una prognosi di una ventina di giorni per ferite da arma da taglio. È molto probabile, stando alle macchie di sangue trovate sulle scale e in strada, che anche i ladri siano stati feriti nello scontro.

I carabinieri di Mestre quando sono arrivati sul posto hanno chiesto ai residenti e alla stessa vittima dell’aggressione, cosa fosse successo e hanno raccolto tutte le testimonianze possibili. I ladri sarebbero entrati da delle finestre che si trovano al primo piano della palazzina e che danno direttamente sulla strada, in via Gramsci , e poi sarebbero fuggiti dopo la colluttazione dalla porta della casa. Non avrebbero fatto in tempo a rubare molto, solo qualche oggetto di valore e spiccioli visto che l’inquilino si è accorto quasi subito della loro presenza. I carabinieri stanno cercando capire inoltre se i ladri avessero un palo all’esterno del condominio che li stava aspettando e con quale auto si sono allontanati da Mira.

Per cercare di rintracciare gli aggressori, le forze dell’ordine stanno visionando con attenzione tutte le telecamere di controllo degli istituti di credito che si trovano del centro del paese per lo più lungo via Nazionale cioè la strada regionale 11 Brentana.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Quirinale, Bonino: "Addolorata dal metodo carbonaro per eleggere il Presidente. Inutile stare qui"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi