In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Al Toniolo l’omaggio ai nostri partigiani

Il prefetto Cuttaia distribuirà domani 61 medaglie (7 alla memoria): «Riconoscimento per trasmettere i giusti valori ai giovani»

1 minuto di lettura

Domani, 25 aprile, per il settantunesimo anniversario della Liberazione, il teatro Toniolo ospita alle 12.30 la consegna delle medaglie a partigiani e patrioti. Dei 61 partigiani che saranno premiati dal prefetto di Venezia, Domenico Cuttaia, 54 sono iscritti all'Anpi della Provincia di Venezia (13 di Mestre, 13 di Venezia e 28 nel resto della Provincia). I riconoscimenti verranno conferiti ai partigiani, agli ex internati nei lager nazisti e ai combattenti inquadrati nei Reparti regolari delle Forze Armate.

Fra i 54 partigiani dell'Anpi ce ne sono 7 che sono purtroppo deceduti dopo il 25 aprile dello scorso anno e verrà consegnata la medaglia “alla memoria” ai familiari che interverranno alla cerimonia. Nelle lettera di invito alla cerimonia di Mestre, il prefetto spiega che l'iniziativa intende essere un doveroso riconoscimento per «ricordare l’impegno di uomini e donne teso ad affermare i principi di libertà e indipendenza sui quali si fondano la Repubblica e la Costituzione, nonché per trasmetterne i relativi valori alle nuove generazioni».

Ritorna poi, dal 25 aprile al Primo maggio, anche il festival “Scarpe Rotte” che si muove in particolare tra i Forti di Marghera e Carpenedo. L’edizione di quest’anno è assai ricca di iniziative di grande interesse e attualità, ricorda Fabrizio Ferrari della sezione Anpi “Ferretto” di Mestre: «Il 25 aprile al Forte di Carpenedo alle 15 ci sarà un dibattito con il magistrato Massimo Michelozzi, segretario di Magistratura Democratica sul No al referendum costituzionale. Partecipa l’avvocato Silvia Manderino. Il 28 aprile a Forte Mezzacapo Sandra Savogin presenterà il suo libro “Tra guerra e Resistenza a Mestre, 1940-1945”. Il 30 aprile a Forte Marghera alle 17 ci sarà un interessantissimo incontro sul tema “Articolo 1 della Costituzione. La sovranità appartiene al popolo”, con il senatore Walter Tocci e il professor Felice Besostri che ha avanzato il ricorso contro l’Italicum. Il Primo Maggio a Forte Marghera, alle 16, ci sarà una tavola rotonda sul tema di grande attualità: “Migranti, profughi e richiedenti asilo, buone pratiche di accoglienza”, al quale partecipano il sindacato, il mondo cattolico ed Emergency».

Ma il festival significa anche musica e divertimento: nel cartellone di eventi a Forte Marghera proposti dalla Cooperativa Sociale Controvento arrivano oggi i Dik Dik, dopo l’esibizione di ieri di Arianna Antinori, voce conosciuta a livello internazionale per aver vinto il concorso mondiale indetto dalla famiglia di Janis Joplin.

Due istituzioni musicali locali accenderanno la festa: “Furiology” (Primo maggio), nuovo progetto di Marco Forieri (Pitura Freska, SkaJ) e il concerto dei Talco (domani), band di Marghera che riempie gli stadi di tutto il mondo con il “Silent Town Tour”.

Un programma nutrito di iniziative, dunque, che risponde alle esigenze di un pubblico variegato.

Mitia Chiarin

I commenti dei lettori