In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Andrea Moretto lotta tra la vita e la morte

L’incidente di Loncon. Il soccorritore di Valentina Genovese è ancora in coma. C’è un unico indagato

1 minuto di lettura

SAN STINO. Dramma nel dramma. Andrea Moretto è ancora in coma; Valentina Genovese è morta. La dinamica presenta ancora lati oscuri. L’incidente maledetto di domenica mattina a Annone Veneto riserva giorno dopo giorno pagine nuove di dolore immenso. I familiari di Valentina ieri hanno “rotto” con la stampa. Si sono trincerati dietro un muro di silenzio e non vogliono parlare con nessuno.

Sono emozioni pazzesche poi quelle che sta vivendo in questi giorni il deputato della lista Tosi, Emanuele Prataviera. L’esponente politico è toccato direttamente per tre motivi dalla tragedia di Loncon che ha sconvolto la comunità di San Stino di Livenza. Conosceva la 31enne deceduta, Valentina Genovese. Erano stati compagni di classe alle scuole medie di San Stino. Ma Emanuele è soprattutto cugino di Andrea Moretto, il 33enne operaio che sta lottando tra la vita e la morte all’ospedale dell’Angelo di Mestre dopo aver tentato inutilmente di salvare Valentina.

Le notizie non sono incoraggianti. Alcuni parametri vitali di Andrea sono positivi; altri invece negativi. Non esiste una conferma ufficiale. La realtà attuale è questa: Andrea lotta sospeso tra la vita e la morte. Al punto che ieri il deputato ha voluto esprimere un pensiero, una sorta di nota ufficiale, su quanto è accaduto. Evidentemente tutti lo cercano per chiedergli come sta il cugino. E come si sente, visto che era legato da grande stima a Valentina. L’onorevole ha avuto un pensiero commosso per entrambi. «Andrea sta lottando, leone come sempre è stato. Grazie a tutti per il sostegno, la vicinanza e l’affetto. A Valentina, a tutta la sua famiglia e ai suoi grandi amici va il nostro abbraccio. Ho pensato, ripensato e ripescato tanti momenti assieme. Negli ultimi anni ci eravamo persi di vista, ma lei continuava a chiamarmi Lellè, come quando eravamo in banco assieme alle medie. Ciao Vale». L’onorevole, cresciuto nella Lega Nord e già assessore provinciale a Venezia, aveva poi più volte denunciato lo stato d’insicurezza della Triestina.

Non si capisce quale vettura delle tre coinvolte abbia investito Manuel Bincoletto, il 22enne ferito a una gamba e subito dimesso. La moglie dell’unico indagato, il pensionato sandonatese Giorgio Perissinotto, giura che il marito ha travolto solo Andrea Moretto. L’autopsia sul corpo di Valentina Genovese è prevista per domani mattina e verrà eseguita nella cella mortuaria di via Friuli a Portogruaro da Antonello Cirnelli. (r.p.)

I commenti dei lettori