In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

In manette “topo” d’auto il merito a un cittadino

Sorpreso dalla polizia all’interno di un’auto: si tratta di un pluripregiudicato A guidare gli agenti un passante, trovata nascosta anche parecchia refurtiva

1 minuto di lettura

MESTRE. Topo d’auto finisce in manette grazie alla collaborazione dei cittadini con la polizia.

Lunedì sera una volante in servizio di controllo del territorio è stata inviata in via Einaudi, angolo via Circonvallazione, dopo che un passante segnalava una persona che stava rompendo i vetri di alcune auto parcheggiate, per poi entrare in una e prendere alcuni oggetti.

Gli agenti giunti sul posto, prendevano contatti con il testimone del furto che in quel momento stava ancora parlando al telefono con la sala operativa: quest’ultimo indicava l’uomo che continuava ad aggirarsi con fare furtivo tra le auto in sosta all’interno del parcheggio indicato. I poliziotti entravano nel parcheggio e notavano la persona descritta che stava armeggiando all’interno di una Mercedes 270. Gli veniva ordinato di uscire dall’auto. L’uomo usciva tranquillamente, ma appena messo il piede fiori tentava di scappare. Immediatamente bloccato, è stato arrestato in flagranza di reato. Si tratta di Giga Emukhvari, 35 anni, georgiano, senza fissa dimora e pluripregiudicato. Sulle mani ferite che testimoniavano il fatto che aveva rotto dei vetri dell’auto nel parcheggio. Emukhvari è stato perquisito. Addosso gli è stato trovato un navigatore satellitare.

Inoltre, anche su indicazione del testimone, si effettuava un accurato controllo nelle campane della raccolta differenziata che si trovano nel parcheggio. In una di queste, gli agenti constatavano che lo straniero aveva nascosto alcuni indumenti e due borse contenenti generi alimentari. Anche questi oggetti rubati.

Gli agenti, in considerazione della gravità del fatto e alla pericolosità dell’uomo soggetto, dovuta al fatto che lo straniero risultava recidivo con a carico numerosi reati, nonché il pericolo di fuga, procedevano all’arresto dello straniero. Terminate le procedure previste, l’uomo è stato portato in carcere a Santa Maria Maggiore in attesa della convalida dell’arresto.

I commenti dei lettori