Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Il Comune mette all’asta la legna

SANTA MARIA DI SALA. A Santa Maria di Sala non si butta via niente. Il Comune pota gli alberi lungo strade e piazze, accatasta la legna raccolta nel piazzale del magazzino comunale e fa un bando per...

SANTA MARIA DI SALA. A Santa Maria di Sala non si butta via niente. Il Comune pota gli alberi lungo strade e piazze, accatasta la legna raccolta nel piazzale del magazzino comunale e fa un bando per metterla all’asta: a qualcuno magari potrà servire per riscaldare casa o fare la grigliata di Pasquetta.

Curiosa e senza dubbio economica iniziativa quella intrapresa dal Comune, con tutti i crismi amministrativi: c’è il bando, la base d’asta (180 euro) per l’intero lotto di legna e pure la foto ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

SANTA MARIA DI SALA. A Santa Maria di Sala non si butta via niente. Il Comune pota gli alberi lungo strade e piazze, accatasta la legna raccolta nel piazzale del magazzino comunale e fa un bando per metterla all’asta: a qualcuno magari potrà servire per riscaldare casa o fare la grigliata di Pasquetta.

Curiosa e senza dubbio economica iniziativa quella intrapresa dal Comune, con tutti i crismi amministrativi: c’è il bando, la base d’asta (180 euro) per l’intero lotto di legna e pure la foto a corredo del bando, giusto per rendersi conto di cosa si va a comperare. Il 29 febbraio è fissato il pubblico incanto: in municipio verranno aperte le buste per decidere chi potrà aggiudicarsi la legna, con offerte segrete a rialzo, come per acquistare un quadro o un suppellettile di valore. Ma di questi tempi, anche un camion di legna può far comodo, soprattutto ai residenti di un territorio ancora a prevalente vocazione agricola. Chiunque fosse interessato può fare la sua offerta entro mezzogiorno del 26 febbraio, presentando un plico chiuso con la richiesta di partecipare all’alienazione del legname “accatastato presso magazzino comunale lotto1” e relativa offerta, dai 180 euro in su.

Interessa capire la qualità e il tipo di legna? Ecco l’allegato 3, con tanto di foto del sito di stoccaggio pieno di tronchi e rami che il Comune, in questo modo, potrà finalmente liberare. Guadagnandosi sopra, perché no, pure qualcosa.(f.d.g.)