Una famiglia di anatre visita e trova casa a Venezia

La famiglia di anatre a Cannaregio (foto Matteo Tagliapetra / Interpress, Venezia)

Continua il fenomeno dell'arrivo in città di animali selvatici dalla laguna. Gli abitanti della zona gli portano da mangiare

VENEZIA. Ci sarà anche il moto ondoso, la città sarà anche alle prese con il traffico acqueo, ma un angolino tranquillo a Venezia, si trova sempre. Lo sa bene la famigliola di anatre che ha deciso di stabilirsi in rio de la Sensa, dietro la chiesa della Misericordia, a Cannaregio.

Venezia, una famiglia di anatre "mascotte" di Cannaregio


Tre femmine e un maschio che se la godono in tutta tranquillità alla ricerca di cibo e che in breve sono diventate le beniamine degli abitanti della zona che spesso gli portano da mangiare. Loro, in cambio, portano un po’ di simpatico colore.
Il fenomeno dell’urbanizzazione di molti uccelli selvatici non è nuovo a Venezia, ma era sparito dagli anni 50.
Da qualche tempo invece le garzette, gli aironi di vari tipi, gli smerghi, i germani e le anatre comuni popolano invece i canali del Lido e del centro storico.

Al punto da sopravvivere felici anche in posti molto trafficati, come il terminal acque e automobilistico di piazzale Roma, dove c'è la più altra concentrazione di imbarcazioni da trasporto. Qui un anno fa, una famiglia di anatre aveva messo su casa, poi si era spostata verso la stazione e infine, dopo la "vacanza", era tornata in laguna.

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi