I campioni di rugby donano sangue

I campioni di rugby del Lafert San Donà durante la donazione

I giocatori del Lafert San Donà si sono presentati a fare il loro dovere di cittadini per aiutare chi soffre

SAN DONÀ. Campioni sul campo e nella vita. Mentre anche in Veneto si assiste a un calo delle donazioni di sangue, i campioni del Rugby San Donà si sono presentati compatti a fare il loro gesto di altruismo e senso civico.
La squadra che milita nella massima serie italiana, ha infatti aderito, per il terzo anno consecutivo all’invito dell’Avis locale.
Puntuali come se dovessero prendere parte a un incontro ufficiale, i giocatori del Lafert Rugby San Donà si sono presentati semidigiuni (prima della donazione si può infatti bere un caffè) e poi hanno donato il loro sangue, applauditi dagli infermieri e dai responsabili dell’Asl 10.

La presidente dei donatori sandonatesi ha commentato entusiasta che da quando il Rugby San Donà ha dato l’esempio le donazioni si sono impennate, ma ha rinnovato l'invito a tutti, specie ai più giovani, di donare sangue: l'alto numero di incidenti automobilistici e di conseguenti operazioni chirurgiche porta via molto sangue dalle scorte. Da parte loro tutti i campioni del Rugby San Donà si sono detti "onorati" di aver potuto dare una mano e hanno definito la donazione come "un'esperienza per nulla dolorosa, anzi, molto piacevole in termini di autostima".

Video del giorno

Il supercomputer più veloce del mondo di Meta-Facebook

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi