Il Rugby San Donà torna a donare sangue

Doneranno mezzo litro di sangue a testa. Sono i giocatori del Rugby San Donà che per il terzo anno consecutivo assieme all’Asl e Avis organizzeranno la maxidonazione. Venerdì 2 ottobre, 17 giocatori...

Doneranno mezzo litro di sangue a testa. Sono i giocatori del Rugby San Donà che per il terzo anno consecutivo assieme all’Asl e Avis organizzeranno la maxidonazione. Venerdì 2 ottobre, 17 giocatori della Lafert San Donà, già risultati idonei al prelievo, doneranno complessivamente 8,5 litri di sangue che verrà utilizzato nelle unità operative ospedaliere in cui vi è la necessità di trasfusione. Venerdì i giocatori della prima squadra alle 9.30 saranno al Centro Trasfusionale ospedaliero indossando la maglietta celebrativa “Donation day”, poi procederanno alla donazione. Ad accoglierli, il direttore generale Carlo Bramezza, il presidente del Rugby San Donà, Alberto Marusso, la presidente della sezione Avis, Laura Regina Gallo, e il primario del servizio trasfusionale, Francesco Fiorin.

«Quella del Rugby San Donà è un’iniziativa encomiabile», dice il direttore generale dell’Asl10, Carlo Bramezza , «siamo grati a questi ragazzi: portare giovani sani e forti, oltre che essere un esempio nello sport può veramente fare la differenza per chi soffre». Entusiasta anche il presidente del rugby Alberto Marusso con la presidente della sezione Avis San Donà, Laura Regina Gallo la quale ha ricordato i risultati: a maggio 2014 c’è stato un incremento di donazioni del 40 per cento. (g.ca.)

Video del giorno

Quirinale, Bonino: "Addolorata dal metodo carbonaro per eleggere il Presidente. Inutile stare qui"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi